Lutto alla Procura di Lecco: muore Laura Siani, si sospetta il suicidio

Laura siani
Laura siani

Tragico evento scuote la Procura di Lecco. Laura Siani, sostituto Procuratore in servizio in loco è stata ritrovata senza vita presso la sua abitazione. Gli inquirenti passano al vaglio diverse ipotesi, anche se il primo sospetto è che si tratti di suicidio.

Laura Siani: potrebbe essersi tolta la vita

Secondo le prime informazioni a riguardo, la procuratrice 44ennw era entrata in servizio esso la procura di Lecco la scorsa primavera. Prima di allora aveva ricoperto la medesima carica sia a Lodi che a Palermo.

La donna è stata ritrovata a casa senza vita. Secondo quanto riportato dai media locali, in base ai primi rilievi della scientifica, potrebbe essersi trattato di un gesto volontario. Quantomeno è la prima ipotesi plausibile per adesso calcata dagli inquirenti, che comunque non escludono nulla per adesso. Ad indagare con il massimo riserbo sono i Carabinieri della provincia di Lecco.

Sul luogo del delitto è accorsa come da prassi anche una volante della Questura. Sebbene non siano ancora stati rivelati particolari sull’accaduto, gli investigatori stanno provano a ricostruire le ultime ore di vita sella Siani. Se è vero che si sia trattato di suicidio, lo stabilirà l’esame autoptico, mentre gli inquirenti cercheranno di stabilire il movente che abbia potuto provocare un simile raptus di follia estremista.

Ad allertare le autorità un vicino di casa

Le autorità hanno ricevuto la telefonata di un vicino di casa della vittima, ma per adesso ancora non si conoscono i particolari del ritrovamento. La città sembra essere scossa. In particolare resta attonito il comune di Mandello del Lario, paese d’origine della vittima, ivi la famiglia è nota e rispettata. Pare infatti che il fratello di Laura Siani sia stato in passato sindaco di Mandello.

Il padre della vittima era il noto musicista  Dino Siani, molto famoso soprattutto nel mondo radiofonico e televisivo, dove faceva l’intrattenitore. La questura di Lecco si occuperà del caso con ancora più cura, date le circostanze. Al termine dell’autopsia, disposta nei prossimi giorni, gli inquirenti potranno stabilire se sia il caso o meno di aprire un fascicolo per morte sospetta. Per adesso nessuna ipotesi viene trascurata dagli investigatori del comune lombardo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!