Giancarlo Magalli “Siamo amici, ma è figlio di un cane!”

Giancarlo Magalli
Giancarlo Magalli

Giancarlo Magalli svela i retroscena della carriera di Pippo Baudo

Giancarlo Magalli è stato uno dei tanti ospiti di “Buon compleanno Pippo Baudo“, Lo show che è stato pensato dalla Rai per celebrare gli 80 anni di Pippo Baudo ed i suoi 60 anni di carriera. Si tratta di un traguardo che in pochi sono riusciti a raggiungere, un conduttore tanto amato dal popolo italiano, che va celebrato bene.

Così è andata in onda la replica di un programma di 4 anni fa in occasione del quale si sono riuniti amici e colleghi. Giancarlo Magalli era presente tra tutti e ha voluto festeggiare il mito della tv italiana raccontando degli aneddoti che in pochi conoscono.

Così sono venuti fuori tantissimi retroscena sulla sua vita lavorativa. I due conduttori hanno avuto modo di lavorare insieme due volte. Magalli è arrivato accompagnando un cagnolino ed ironizzando con Pippo Baudo. Tra una risata e l’altra poi ha spiegato perché avesse portato con lui un cane. Dice che tutto per Pippo è partito proprio da lì, tutto ciò che ha adesso e ciò che ha vissuto, lo deve ad un cane, rintintin.

Giancarlo Magalli un salto nel passato tra l’ironia e la realtà

Giancarlo Magalli fa tornare indietro il pubblico di tantissimi anni, gli anni in cui Pippo Baudo conduceva un programma intitolato Sette voci  registrato totalmente, ma mai andato in onda perché la Rai ha deciso di gettarlo via. Un programma che non sembrava essere all’altezza della TV.

Al posto di Sette voci infatti la RAI ai tempi decise di mandare in onda rintintin. Poi a causa di un piccolo problema alla pellicola, si decise di fare un tentativo mandando  una sola puntata del programma che andò benissimo. Ecco perché oggi lo chiama figlio di un cane, nato grazie a un cane.

Una solida amicizia figlia di scherzi e divertimento

Nonostante tutto Magalli e Pippo Baudo sono tanto legati, sono amici oltre che colleghi. Negli anni durante le varie collaborazioni e tutti gli show in onda su Rai Uno l’amicizia e la stima tra i due è cresciuta, ogni giorno di più. Si sono fatti tantissimi scherzi, sono stati sempre spontanei, mai nulla di studiato, tutto fuori programma, tutto fuori dal copione.

Il pubblico si è accorto della loro spontaneità e forse è proprio per questo che insieme li ha amati. Adesso rivederli insieme, ha fatto piacere, ha riempito il cuore di gioia, sarebbe bello secondo il pubblico ritrovarli alla conduzione di un programma di vecchio stampo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!