J.K. Rowling, scrittrice di fama mondiale, twitta contro i trans, ed è subito bufera

J.K. Rowling
J.K. Rowling

La famosa scrittrice J.K. Rowling afferma in un tweet che non si può trovare attrazione verso una persona il cui sesso non è reale, è questo il suo concetto sui trans

Autrice della saga più famosa al mondo, Harry Potter, J.K Rowling scatena una vivace polemica via social per alcune sue affermazioni sui trans. In realtà, le sue parole non sono contro i transessuali, ma ha espresso un concetto sull’attrazione verso di loro. La scrittrice, oltre che famosa anche ricchissima, nelle ultime ore ha postato alcuni tweet che hanno scatenato la furia di alcuni follower.

La Rowling ha espressamente detto che secondo lei non può esserci attrazione sessuale nei confronti dei trans. Ha anche specificato e sottolineato che lei non ha nulla contro le persone transessuali, anzi ha molti amici trans. Però per la Rowling non può esistere attrazione sessuale verso un sesso che non è reale, che è dunque finto.

J.K. Rowling nella bufera per le sue affermazioni

La Rowling ha ribadito che personalmente conosce e ama le persone transessuali, ma non esiste verso di loro un’attrazione sessuale. Questa per lei è la verità, inutile girarci intorno, tuttavia molti non hanno apprezzato la sua franchezza. Per la scrittrice dire la verità non vuol dire odiare qualcuno, significa semplicemente affermare il vero.

La scrittrice della saga più celebre al mondo ha scritto il suo pensiero in tre tweet, un concetto ispirato al Terf. A riportare la notizia è Fanpage, che ha pubblicato le parole esatte scritte dalla famosa autrice. Ma che cos’è la filosofia Terf? Nello specifico si tratta di una corrente fondata sul femminismo radicale, e che si pone comunque in maniera avversa nei confronti dei trans.

La Rowling e la filosofia Terf

La corrente Terf si basa sull’essenzialismo e la scrittrice pare condivide pienamente questa filosofia. L’autrice di Harry Potter ha dunque detto che il sesso nei trans non è reale e che di conseguenza non può esserci alcuna attrazione sessuale. Se il sesso è finto viene cancella la realtà che tutte le donne del mondo hanno vissuto.

La scrittrice ha anche ribadito di rispettare pienamente i diritti di tutte le persone trans che vogliono vivere come meglio credono. Lotterebbe anche con loro se fossero discriminati per questo, tuttavia considera la sua che si distingue in quanto donna. Ha anche riaffermato che dire questo non vuol dire essere ostile verso i trans, significa solamente dire la verità.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!