Calciomercato Milan in fermento soprattutto per quanto riguarda il nodo legato alla panchina: la sconfitta casalinga con l’Atalanta ha messo l’allenatore Pippo Inzaghi spalle al muro e decisive saranno le prossime due partite. Qualora dovessero andare male, il Milan pensa già a un sostituto: Spalletti o Prandelli?

Calciomercato Milan, il destino di Pippo Inzaghi racchiuso in una settimana. Sette giorni e l’allenatore del Milan capirà che futuro lo aspetta. Sabato c’è la Lazio in campionato, quindi incombe l’impegno di Coppa Italia che Silvio Berlusconi ha piazzato tra gli obiettivi alla portata del suo club. Ma se uno di questi due appuntamenti dovesse andare male, il Milan sarebbe costretto a correre ai ripari.

Calciomercato Milan, le alternative a Inzaghi. Due le alternative finora emerse: Luciano Spalletti, grande conoscitore di calcio tricolore attualmente alle guida dello Zenit San Pietroburgo (con contratto in scadenza a giugno). Oppure Cesare Prandelli, reduce non solo dal flop con la Nazionale Italiana ai Mondiali in Brasile ma anche dalla brutta esperienza alla guida dei turchi del Galatasaray. Insomma qualora ci fosse l’esonero di Pippo Inzaghi, sarebbe Luciano Spalletti il favorito per approdare alla guida dei rossoneri chiamati a rimettersi in carreggiata dopo un filotto di risultati deludenti che hanno cominciato a fare mugugnare i tifosi. Saranno decisivi i prossimi sette giorni, poi qualcosa dovrà necessariamente cambiare in casa Milan.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!