Pub gonfiabile nasce durante la quarantena: l’idea è di una società inglese [Video]

Pub gonfiabile

Siamo ormai giunti alla metà di giugno e in Inghilterra ancora non si accenna all’ipotesi di poter frequentare di nuovo i locali. Il Governo britannico infatti fa sapere che potrebbero volerci ancora altre settimane prima che si riapra. Per chi non sa aspettare è nato quindi il pub gonfiabile, idea di una società inglese che permette di noleggiare questa struttura di gomma e averla in giardino.

L’idea innovativa del pub gonfiabile

Le strutture del pub gonfiabile sono messe a disposizione dalla The Manchester Inflatable Pub Company. Queste strutture di gomma hanno una capacità di 40 persone, anche se ovviamente al momento non si possono ospitare più di cinque amici, a causa del distanziamento sociale.

Nel pacchetto offerto dalla società sono inclusi anche un completo di tavoli da birreria, delle panche e un sistema audio, nonché una barra di legno e fusti gonfiabili. Il costo è di circa 500 sterline e si fatta ad ogni circostanza. Ovviamente bisogna avere un giardino di dimensioni discrete per installarne uno, poiché sono alti 6 metri.

Il boom di questa novità

Claire Lambert, 39 anni, della The Manchester Inflatable Pub Company, ha raccontato che i pub gonfiabili stanno avendo un discreto successo. In particolare hanno fatto scalpore durante il blocco.
In una intervista ha dichiarato: “Le persone potrebbero non essere in grado di uscire e godersi un drink tranquilli in un locale oggi, data la paura contagio. Invece, con il pub gonfiabile puoi portare il tuo locale nel tuo giardino. Puoi servire dietro il bancone ed essere il tuo padrone di casa o padrona di casa e puoi impostare i tuoi ultimi ordini”

Lambert spiega anche che molta della gente che ha noleggiato questa struttura, ha organizzato speciali feste di compleanno per sole famiglie nel pub gonfiabile per dare un tocco accattivante al party. Si appresta dunque a diventare un’alternativa più interessante e più economica a una sala riunioni e la società ambisce al successo internazionale.

Nell’insieme si tratta di strutture veloci da montare e il personale si assicura che siano ben ancorati al terreno prima di lasciare i proprietari di casa alla loro festa. Lo scopo di questa creazione è permettere ai clienti di godersi la vira e di tornare alla normalità. Per cui, se la prospettiva di tornare q frequentare dal vivo locali mette ansia, questi pub gonfiabili risolvono il problema. E chissà magari a lungo andare sarà possibile averli anche dalle nostre parti, per un divertimento assicurato.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: