Giorgia Meloni rivelazioni choc “Quando è morto nessuna emozione”

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni, con il padre nessun rapporto da quando aveva 11 anni

Giorgia Meloni ha partecipato ad un’intervista con Maurizio Costanzo, a cuore aperto. La donna ha affrontato tantissimi argomenti, si è parlato ovviamente di politica, si è parlato del suo futuro, quindi della candidatura a sindaco di Roma. Su questo argomento però ha scelto di non sbilanciarsi troppo affermando che non è il momento per parlarne, si vedrà in futuro, anche se sembra essere propensa.

La Meloni infatti ha dichiarato che secondo lei Roma in questi ultimi anni ha perso tantissimo, ma è grande e merita tanto, quindi merita un sindaco capace. Tra le sue ambizioni future, entro massimo un anno vorrebbe entrare a far parte del governo.

Poi si è parlato della vita privata, in particolar modo del rapporto inesistente con il padre con il quale non ha più parlato da quando ha compiuto 11 anni. Nei suoi confronti soltanto tanta indifferenza, mai provato odio, così come nemmeno nessuna emozione positiva. Quando è morto non ha avuto emozioni di alcun tipo. Invece nei confronti della madre prova tanto amore, perché se è diventata quello che oggi, lo deve soltanto a lei.

Giorgia Meloni, mai fatto uso di sostanze stupefacenti

Giorgia Meloni ha poi risposto ad un altro genere di domande circa la sua vita passata. Maurizio Costanzo è tornato indietro di un bel po’, facendo riferimento agli anni in cui era adolescente, una ragazzina alle prime esperienze. La domanda ha a che fare con la droga. Cosi le ha chiesto se avesse mai fatto uso di droga, anche leggera.Lei ha risposto che per anticonformismo ha scelto di non provarla. Essere alternativi non vuol dire fumare canne. Anzi vuol dire l’opposto, visto che lo fanno tutti anticonformista è chi non fuma canne e chi non prova la droga.

Non bisognerebbe cedere alle stupide sfide ‘Vediamo se sei forte! Se fumi sei uno di noi’. Questo vuol dire soltanto essere stupidi. La sua intervista è stata interessante oltre che di sensibilizzazione verso i più giovani. Oggi la droga è una piaga della società, molti ragazzi ne fanno uso, si parte con un semplice tentativo per poi diventare consumatori abituali. Così invita tutti a riflettere sul fatto che la maggior parte delle volte, quando si parla di episodi spiacevoli di cronaca nera, la droga è una delle tante cause. Perché rovinarsi la vita senza un valido motivo?

Matrimonio si o no? Si, ma il primo passo deve arrivare dal suo compagno

Ed infine un’ultima rivelazione che nessuno si aspettava, il grande sogno di Giorgia è lavorare in radio anche se non ha una voce radiofonica. Per quanto riguarda invece la sua Famiglia essendo una persona tradizionalista, vorrebbe tanto sposarsi ma non vuole essere lei a fare il primo passo.

Così come tradizione vuole deve essere il suo uomo a chiederglielo. Poi aggiunge che vorrebbe tanto dare un fratellino a Ginevra la sua prima figlia, ma non vuole programmarlo perché essendo tradizionalista e credendo in Gesù, deve essere lui a mandarglielo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Giusy: Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.