Alessandro Calabrese di Uomini e Donne aggredito, “Fate schifo..”

Alessandro Calabrese
Alessandro Calabrese

Alessandro Calabrese, ex gieffino ed ex corteggiatore di Uomini e Donne (dove era arrivato per corteggiare Sonia Lorenzini), è stato vittima di una brutta aggressione. Ad averlo aggredito sono stati “due individui loschi”, come lui stesso li ha definiti, che lo hanno colpito per aver difeso una ragazzina.

Alessandro Calabrese, dopo il brutto episodio in cui ha avuto anche molta paura ha deciso di sfogare tutta la sua rabbia e la sua indignazione sui social. Per farlo ha utilizzato Instagram dove ha postato parole molto dure rivolte a chi lo ha aggredito e raccontato tutto ciò che è accaduto e, soprattutto, il perché. Vediamolo più da vicino.

Alessandro Calabrese, la dura aggressione

Alessandro Calabrese non sta attraversando un bel periodo. Alcuni giorni fa, infatti, è stato vittima di un’aggressione soltanto per essere intervenuto in difesa di una ragazzina vittima, a sua volta, di violenza. Un gesto altruista che è costato molto, però, all’ex compagno di Lidia Vella. In base a quanto raccontato, l’uomo si trovava in macchina quando ha sentito che una ragazzina, per strada, chiedeva aiuto e scappava da due uomini.

Fermata la macchina è scattata l’aggressione che Alessandro Calabrese ha raccontato così “Ho accostato con l’auto e questi lanno reagito male, dandomi un destro in bocca.. poi mi hanno dato un altro pugno, mi hanno rovinato”. Un gesto da condannare in tutto e per tutto che l’ha visto preso di mira solo perché fermatosi in soccorso di una ragazzina che, come lui stesso ha raccontato “correva e piangeva con due tizi loschi“.

Le dure parole su Instagram

Alessandro Calabrese ha deciso di condividere quanto accaduto con i propri fans. “Ma dove viviamo?” ha esordito il ragazzo. Poi ha proseguito con decisione e indignazione “Se non c’ero io la bambina sarebbe stata violentata.. Questa è la società in cui viviamo adesso? Ma dove viviamo? Cosa sta succedendo?”. In queste parole è chiaro tutto lo sconforto dell’ex corteggiatore, amareggiato e deluso da quanto vissuto.

“Se non c’ero io”, è andato avanti, “cosa succedeva? Fate schifo quasi ai livelli di quelli che la volevano violentare.. Avete visto e non avete fatto niente per paura” riferendosi a chi era presente e ha fatto finta di nulla. “Per paura delle botte faccio violentare una ragazzina? Vergognatevi! Se vedete qualcosa per strada fermatevi” ha concluso Alessandro Calabrese. L’amarezza è chiara, il ragazzo ha salvato una ragazzina dalla violenza rimediando qualche bel pugno in faccia.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!