Coppia londinese trascorre lockdown in una casa sull’albero: l’idea bizzarra

lockdown in una casa sull'albero

Una coppia londinese si è ritrovata per caso a vivere una vita rurale e isolata a causa dell’emergenza Covid. Poco prima della quarantena avevano lasciato la loro amata Londra per andare a trascorrere qualche giorno in campagna, in una casa costruita su un albero nel Somerset.

Ecco dunque che si sono trovati a trascorrere il lockdown in una casa sull’albero, e ad oggi si dicono felicissimi di come hanno fatto l’isolamento. E a guardare il tipo di casa sull’albero in cui ora stanno è facile capire il perché.

Lockdown in una casa sull’albero: l’idea di Rebecca e Sam

Hanno cambiato completamente stile di vita i due ragazzi trentenni Rebecca e Sam Harper originari di Fulham. Stanchi della routine londinese, hanno deciso di passare qualche nella campagna del Somerset poco prima dell’emergenza covid. Ma è proprio qui poi che sono rimasti bloccati. E dunque ivi hanno trascorso il lockdown in una casa sull’albero nei boschi. Questa struttura a dir poco sensazionale è situata nel verdeggiante boschetto appartenente alla proprietà delle case vacanza dei genitori di Sam.

I due lavorano nella capitale come geometri abilitati e si aspettavano di rimanere così lontani dalla città solo per alcune settimane. E incece ora sono lì da tre mesi e non possono muoversi, dal momento che il blocco è andato avanti più a lungo del previsto. Nonostante il tipo di vita diverso, dicono che amano curare l’orto, camminare in campagna e hanno persino adottato un nuovo cucciolo per unirsi alla loro giovane famiglia.

Una vita idilliaca e felice

Rebecca, 31 anni, ha dichiarato: “La nostra vita qui è l’esatto contrario di come era a Londra. Mi sveglio alla luce naturale e trascorro le mie giornate occupandomi dell’orto vegetale, quindi riempio tutto il tempo libero facendo acquerelli e un corso di calligrafia. È un posto idilliaco e sono più felice che mai”.

A Londra, i due hanno sempre condotto una vita impegnativa. Si dividevano tra lavoro, allenamento in palestra, routine classica di ogni lavoratore. Sebbene abbiano sempre amato la creatività, adesso hanno molto più tempo per perseguire i loro hobby, per questo adorano la casa sull’albero.

Sam, 32 anni ha aggiunto: “La cosa più bella dell’essere qui è la semplicità della vita e la possibilità di non pensare e rilassarmi. C’è un senso di libertà qui che non si raggiunge mai a Londra”. Comunque sia, con la riduzione delle misure di blocco, la coppia ha in programma di tornare a Londra alla fine di giugno.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: