Strano paio di occhiali venduto all’asta per 5mila dollari: dichiarazioni dell’acquirente

Strano paio di occhiali

Se ci fermassimo un attimo a pensare in passato quante invenzioni bizzarre consono state, l’elenco delle stravaganze non finirebbe. Esistono oggetti di cui spesso ignoriamo l’esistenza, e che possono saltare fuori all’improvviso. Un po’ come accaduto con questo strano paio di occhiali, che ha una texture talmente peculiare da aver attirato l’attenzione di un collezionista. Collezionista che non ci ha pensato due volte ad acquistarlo per 5mila dollari.

La storia dello strano paio di occhiali venduto all’asta

Secondo  gli esperti, questo strano paio di occhiali ha quasi 300 anni. L’oggetto è venuto fuori per caso, salvato da una discarica della Nuova Zelanda. Dopo averlo ripulito bene e messo in vetrina, questo cimelio storico è stato battuto all’asta per oltre 5 mila dollari.

The Tip Shop, un negozio gestito dal Comune di Wellington per oggetti che altrimenti diventerebbero rifiuti per la discarica del sud, ha detto che gli occhiali appartengono ad uno stile noto come Margins di Martin. Dopo averli trovati in spazzatura e rimessi a nuovo, hanno deciso nel negozio di inserirli nel sito dell’asta Commercio Me.

Con grande sorpresa dei titolari, c’è stata una vera e propria guerra all’ultimo sangue tra i veri intenditori collezionisti. Fino a quando, l’ultimo minuto ha portato a battere il prezzo finale. Circa 5,282 dollari ha speso un collezionista poco prima che l’asta si concludesse domenica sera.

La storia degli occhiali stravaganti

I Margini di Martin sono stati progettati dall’ottico Benjamin Martin nel 1756. L’insolito aspetto a montatura spessa degli occhiali deriva dalla convinzione di Martin che l’esposizione alla luce solare danneggerebbe le lenti degli occhiali. Il Tip Shop ha affermato che nessun marchio del produttore può essere identificato sui telai, quindi non è chiaro se gli occhiali venduti all’asta di domenica siano stati realizzati dallo stesso Martin. Ma forse questo al collezionista non interessa visto che ha voluto accaparrarsi questo cimelio spendendo un prezzone.

Chi è il collezionista: le sue dichiarazioni

Il vincitore, Aaron Smylie, ha dichiarato di aver acquistato gli occhiali come omaggio alla sua compagna, Helen Hammond, che è morta il 28 maggio dopo una lotta contro il cancro. Aaron ha spiegato che lui e Helen usavano spesso FaceTime per la chat video, e gli occhiali gli ricordavano uno screenshot che continuava a mostrare alla sua compagna per prenderla in giro e ridere insieme. In una intervista, Aaron ha detto “Mi piacciono le cose bizzarre, e questo mi ha attratto, ma è stato più il lato emotivo. Immagino di essere stato portato dal destino a quell’asta”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: