Amedeo Grieco distrutto dal dolore, è morta la mamma (Foto)

Amedeo Grieco e la mamma

Si dice che non si sia mai abbastanza grandi da poter fare a meno della mamma. Ed è proprio così e lo si comprende ogni volta che una mamma vola in cielo. Ogni volta che accade rimane il vuoto intorno ed è quello che è appena capitato ad Amedeo Grieco, uno dei due comici del duo Pio e Amedeo. Una perdita incredibilmente dolorosa che ha scosso l’intera famiglia.

Lo stato d’animo di Amedeo Grieco lo si evince benissimo dai toni di un post che il ragazzo 37enne ha voluto dedicare alla mamma sui social. Un messaggio ricco di dolore, ricco d’amore e in cui si intravede lo smarrimento successivo alla perdita di un affetto importante come quello della mamma. Cos’ha scritto? E com’è andata? Vediamolo.

Alessandro Grieco, una perdita incolmabile

È morta ieri 16 giugno 2020 la mamma di Amedeo Grieco. La donna era ancora giovane, aveva appena 57 anni e sognava di vedere, semplicemente, crescere i propri nipotini e dar loro amore. Un desiderio che si è bloccato con la morte causata, a quanto pare, da una malattia che da diverso tempo la condannava a convivere con questa sofferenza.

La donna, oltre ad Amedeo Grieco, lascia anche il marito e altri tre figli maschi. Per tutti, adesso, è rimasto il dolore, la solitudine, il senso di smarrimento. Come ha scritto Grieco nel suo messaggio, “Hai costruito prima la squadra di calcetto e ora ti sei portata via il pallone. Ci lasci soli, in mezzo al campo, spaesati, condannandoci a cercare un senso nuovo a tutto”. Quali migliori parole per esprimere questo immenso dolore?

Il post d’addio alla mamma

Strazianti e commoventi le parole che Amedeo Grieco ha dedicato alla sua mamma nel giorno della sua scomparsa. Tra le altre cose, scrive “Eri proprio tu la luce della mia ribalta, il senso stesso dei traguardi, e il successo più grande era e sarà sempre quello: la fierezza del tuo sguardo”.

View this post on Instagram

Qualche giorno fa mi hai detto: STAREI MALE, ANCHE PER SEMPRE IN UN LETTO, NON CHIEDO TANTO, MI BASTEREBBE STARMENE QUI A VEDERVI CRESCERE, A GUARDARE QUELLO CHE FATE A te sarebbe bastato fare la spettatrice e goderti lo spettacolo della famiglia che hai costruito… eri così, vivevi per godere dei nostri traguardi, nella quarta fila della platea, ben nascosta al buio, temendo sempre di dare fastidio…eppure eri proprio tu la luce della mia ribalta, il senso stesso dei traguardi, e il mio successo più grande era e sarà sempre quello: la fierezza del tuo sguardo…adesso cosa corro a fare io? A chi chiamo quando arrivo? E a chi lo racconto che Federico ha perso un altro dentino? A chi la mando la foto di Alice con la gonnellina? Come glielo spiego io ora ai tuoi nipotini?! Me lo dice qualcuno!? Dove le trovo le istruzioni per andare avanti? Oh Mà, qui manchi da poche ore e il dolore ci sta già scavando un fosso nell'anima, e da domani che si riempirà di un mare di quotidianità proveremo a non annegarci dentro… Guardaci, 5 uomini…Papà , io, Alessio, Simone e Gabriele…hai costruito prima la squadra di calcetto e ora ti sei portata via il pallone…e ci lasci soli ,in mezzo al campo, spaesati , condannandoci a cercare un senso nuovo a tutto! Non lo sappiamo se ci riusciremo mai, ma una cosa è certa: ti troveremo in ogni giorno che passerà, ti sentiremo forte nei silenzi, quando inciamperemo nei vuoti, ci immagineremo il tuo sorriso chiudendo gli occhi quando saremo certi che in quel momento avresti sorriso, sentiremo il tuo profumo ovunque qualcosa saprà di buono…tutto da domani sarà la nostra grande illusione tu non ci abbia mai abbandonato Ti abbiamo amato mà , più di quanto siamo riusciti a dirci E ti ameremo sempre, dovesse sembrerà anche tutto inutile intorno Fatti sentire mà, a presto❤

A post shared by Amedeo Grieco (@amedeogrieco) on

Amedeo Grieco, poi, esprime il sentimento di solitudine senza la sua mamma “Adesso cosa corro a fare io?” scrive. Poi prosegue “A chi chiamo quando arrivo? E a chi lo racconto che Federico ha perso un altro dentino?”. Infine, tra altre parole d’amore, arriva la previsione per il futuro “Da domani tutto sarà la nostra grande illusione tu non ci abbia mai abbandonato”. Il saluto, poi, è straziante Fatti sentire mà, a presto”. Un dolore immenso da accompagnare con le condoglianze alla famiglia.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!