Emis Killa contro Diodato, vincitore di Sanremo 2020: “Quei brani mi rompono i co**ioni”

Emis Killa e Diodato
Emis Killa e Diodato

Emis Killa contro Diodato

Nel nuovo numero della rivista musicale Rolling Stone è contenuta una lunga intervista al noto rapper Emis Killa. Quest’ultimo ha parlato del suo nuovo impegno sul piccolo schermo, ‘Yo!Mtv Raps’, ma anche di X-Factor, il talent per cui si è proposto come giudice. In più il professionista ha fatto delle dichirazioni al vetriolo nei confronti di Diodato, vincitore della 70esima edizione del Festival di Sanremo.

Emiliano Rudolf Giambelli, vero nome di battesimo del giovane artista ha detto che non riesce ad essere fan di quel tipo di mondo. “Achille Lauro avrebbe dovuto vincere a mani basse, è arrivato nono ma è come se avesse vinto. Parlavano tutti di lui, a me sarebbero girati i co**ioni. Mi girerebbero se andassi con un pezzo che so essere vincente e vincesse Diodato”, ha affermato il rapper.

Emis Killa e l’eterno no al Festival di Sanremo

Settimane fa, sul web e sulle varie riviste si è parlato a lungo della possibile partecipazione di Emis Killa a X-Factor in veste di giudice, ma alla fine il rapper non è stato scelto dalla produzione del talent show. Il cantante, però, al momento si può consolare con la trasmissione televisiva ‘Yo!Mtv Raps’. La cosa certa è che non parteciperà mai alla kermesse canora che ogni febbraio si svolge nella cittadina ligure di Sanremo.

La ragione è molto semplice: il mondo del Festival non appartiene a lui. Poi parlando del trionfatore di quest’anno, Diodato, il ragazzo ha detto: “Per quanto bravo non mi piace, ha trionfato la solita roba, la canzone italiana ben cantata. Quei brani che mi rompono i co**ioni”. Arriverà la replica del diretto interessato?

Le tappe del tour estivo di Diodato

E mentre Emis Killa spara sentenze su Diodato, quest’ultimo continua ad ottenere dei grandi successi. Infatti, dopo il trionfo della 70esima edizione del Festival di Sanremo e il David di Donatello per la canzone ‘Che vita meravigliosa’, colonna sonora de La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek, il cantante si sta preparando per la sua tournée.

Anche se l’emergenza sanitaria da Coronavirus è ancora presente, il professionista quest’estate realizzerà ben cinque concerti. Il prossimo 4 luglio farà un concerto pomeridiano in Valle d’Aosta al Musicastelle Outdoor. Mentre il 25/26/27 luglio alla Cavea – Auditorium Parco della Musica nella Capitale. Ed infine il 4 agosto un concerto all’alba all’Indiegeno Fest – Teatro di Tindari.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!