Madeleine McCann, un amico di Brueckner: ‘Venduta in Marocco’

Madeleine McCann

Da quasi un mese le indagini da parte degli inquirenti sul caso Madeleine McCann si sono concentrate su un individuo. L’uomo in questione  è un tedesco di 43 anni e risponde al nome di Christian Brueckner. Questi si trova in carcere in Germania, per reati quali stupro e spaccio di droga. Tuttavia, tanto la polizia tedesca quanto quella britannica lo ritengono colpevole della sparizione della piccola Maddie avvenuta a Praia de Luz (Portogallo) nel lontano 2007.

Proprio nel periodo della scomparsa di Madeleine McCann, il 43enne viveva a poca distanza dal resort di Praia de Luz in cui alloggiava la bambina con la sua famiglia. Come leggiamo da Viaggi News, Christian Brueckner sarebbe stato solito entrare nelle camere d’albergo momentaneamente vuote, per sottrarre i beni lasciati al loro interno.

Madeleine McCann: la bambina sarebbe morta

Mentre proseguono le indagini di Scotland Yard che ha chiesto maggior informazioni agli inquirenti tedeschi, il procuratore che si occupa del caso di Madeleine McCann ha dichiarato più di una volta di essere in possesso di elementi che proverebbero la morte della bambina. Il procuratore ha tuttavia dichiarato che non è il momento opportuno per renderli noti, altrimenti le indagini potrebbero essere compromesse. A sostegno delle dichiarazioni da parte del procuratore, di recente sono emerse testimonianze di persone che conoscevano Christian Brueckner e che hanno rilasciato dichiarazioni abbastanza inquietanti sul personaggio.

Maddie potrebbe essere stata venduta in Marocco

Secondo quanto reso noto dal Mirror, gli inquirenti tedeschi e austriaci hanno ultimamente interrogato tale Michael Tatschl, un tempo grande amico di Christian Brueckner, che avrebbe vissuto assieme a lui a Praia de Luz anni fa. Gli agenti hanno chiesto all’uomo se Christian avesse potuto rapire Madeleine McCann e Tatschl ha annuito. Michael ha descritto il 43enne come un “pervertito” che non si sarebbe fatto scrupolo alcuno a rapire una bambina per sesso o per ricavarne dei soldi.

Michael Tatschl ha aggiunto che Christian Brueckner avrebbe sempre cercato di fare soldi facilmente. In passato, il presunto rapitore di Madeleine McCann si sarebbe vantato più volte di saper fare denaro e della sua agiatezza. Uno dei suoi argomenti principali era il mercato di bambini. È probabile che Christian abbia venduto le sue piccole vittime in Marocco.

Secondo le ipotesi di Michael, Christian avrebbe venduto Madeleine McCann proprio nello stato africano. La bimba sarebbe stata fatta entrare in un giro di prostituzione minorile. “Vivevo con lui all’epoca, era il mio migliore amico – ha riferito Brueckner – sono certo che l’abbia fatto”. Al momento è tutto. Appena avremo nuovi aggiornamenti non mancheremo di informarvi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Marco Della Corte: