Albergo con stanza senza pareti in Svizzera: idea per avere una vista all’aperto

Un albergo svizzero ha avuto l’idea di creare una stanza senza pareti. Si tratta di una nuova suite d’albergo che consente di dormire in un letto non circondato dalle classiche pareti. Essa consente di avere un vista a 360 gradi sulle Alpi svizzere.

Stanza senza pareti: via lo stigma delle case chiuse

La stanza senza pareti all’aperto rappresenta un’idea progettuale nata dallo sforzo congiunto tra un professionista del settore turistico e artisti concettuali. L’idea è nata da un’installazione artistica di un bunker sotterraneo ad opera di Daniel Charbonnier, che lavora nel settore alberghiero e che ha collaborato con gli artisti Frank e Patrik Riklin.

La prima installazione del bunker dei due artisti fu nel 2009 e quando Charbonnier lo ha visto ha avuto l’idea di applicare quel progetto al suo. Lo scopo è fornire una nuova esperienza alle persone in cerca di novità.

L’intervista all’ideatore Charbonnier

In una intervista Charbonnier ha spiegato: “Per me, si tratta di un nuovo modo di concepire l’hotel. In tutta la segmentazione degli hotel, dal campeggio a due stelle ai palazzi, ho sentito che il sistema di valori per gli ospiti è passato da aspetti tangibili ad esperienze e aspetti immateriali “.

Charbonnier è rimasto scioccato dal successo che a suo tempo ha riscontrato la loro idea. Le persone sarebbero disposte a spendere anche molto più a notte pur di avere quel tipo di avventure.
Lavorando nel settore da anni, Charbonnier non aveva mai visto gli ospiti offrire di pagare di più, nonostante possedesse camere lussuose. E così ha voluto rinnovare l’idea di bunker in qualcosa di nuovo.

Avventure e divertimento garantiti

Charbonnier ha spiegato che sino ad ora era solito offrire agli ospiti oro, cristallo e marmo. Suite memorabili, lussuose. E invece con molto più poco, con un bunker, o una stanza senza pareti, riesce a rendere felici le persone. La qual cosa vuol dire che a questo mondo a contare è l’esperienza.

Per tale ragione i tre hanno deciso di chiudere il bunker, passando a un nuovo concetto di “esperienza”. Ovvero la stanza senza parenti. Queste stanze si trovano ad oltre 10 metri sul livello del mare, tra le Alpi svizzere. Pare costino circa 251 sterline a notte.

Queste stanze sono gestite da un residente locale che ha mansioni di “maggiordomo moderno”. Si occupa di sistemare i letti servire i vassoi di cib. Se piove, gli ospiti vengono portati in una stanza al chiuso. Si tratta di una semplicità dell’esperienza con un servizio esclusivo. lla fine della giornata, il concetto mette gli ospiti al centro di tutto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: