Wanda Nara seriamente nei guai, denunciata dal Codacons

Wanda Nara

Il lavoro del Codacons prosegue ininterrottamente e, dopo le indagini e le denunce nei confronti dei Ferragnez, anche un altro volto molto noto è stato denunciato per aver violato le regole. In base a quanto appreso, si tratterebbe della belle signora Icardi. Wanda Nara, infatti, sarebbe finita nel mirino del Codacons con un’accusa anche abbastanza pesante.

Wanda Nara, infatti, ha subìto una denuncia per utilizzare indebitamente le figlie per la promozione di cosmetici. Queste pubblicizzazioni sarebbero avvenute direttamente con il seguitissimo profilo social dell’ex opinionista del Grande Fratello VIP. Per questa motivazione, allo stato attuale, il profilo in questione è stato oggetto di segnalazione dapprima al Garante della Privacy e, successivamente, al Garante dell’Infanzia. Cos’è accaduto?

L’oggetto del contendere

Wanda Nara è mamma di cinque figli di cui tre maschietti e due femminucce. La denuncia che l’ha interessata riguarda, in particolare, le due bambine, Francesca di 5 anni e Isabella di 3 anni. Nei video che Wanda Nara ha postato sui social, entrambe le piccole si mostrerebbero con trucco o, comunque, che utilizzano i cosmetici da pubblicizzare a mò di tutorial. Proprio queste immagini sono finite sotto la lente di ingrandimento del Codacons che non ha gradito affatto.

Le parole utilizzate contro Wanda Nara, infatti, sono molto dure e rendono benissimo il concetto che si vuole esprimere. “I bambini vengono utilizzati per pubblicizzare un brand con pose e atteggiamenti idonei a ledere l’immagine del minore ed il sentimento dei minori che vedono tali foto” scrive il Codacons. Poi prosegue “Una diffusione assolutamente pericolosa in quanto con esse si veicola l’identità e l’intimità di un bambino in tenera età e lo si fa attribuendo ad un viso di bambina il corpo di una donna”.

Wanda Nara, le accuse e i provvedimenti

Ma non è di certo finita qui! Wanda Nara sarebbe colpevole di servirsi delle sue figlie e della sua notorietà sul web per pubblicizzare prodotti a chiunque senza poterne verificare l’attendibilità finale. In definitiva la donna non sa che utilizzo potrebbe essere fatto delle foto delle sue figlie truccate in questa maniera.

Alla luce di tutto questo, dopo aver definito tutto questo “una tendenza pericolosa che sta assumento contorni sempre più rilevanti”, il Codacons ha chiesto sia ai vertici di Facebook che a quelli di Instagram di provvedere il prima possibile all’eliminazione di tutti i post in cui Wanda Nara utilizza le sue figlie per pubblicizzare cosmetici in maniera poco lecita.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!