Flavio Insinna svela il retroscena su Fabrizio Frizzi: “Mi sono andato a prendere un gioco…”

Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi
Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi

Flavio Insinna ospite a Tv Talk di Massimo Bernardini

Da un paio di stagioni Flavio Insinna è alla guida de L’Eredità, lo storico game show del preserale di Rai Uno che in ben 18 anni è stato condotto dai principali professionista della Rai. Inizialmente il gioco era nelle mani di un giovanissimo Amadeus, successivamente Carlo Conti e prima di finire all’attore romano c’era il compianto Fabrizio Frizzi.

Il giudice del Il cantante mascherato saboto scorso è stato ospite a Tv Talk, il programma di Rai Tre condotto da Massimo Bernardini. Il presentatore ha raccontato ai presenti e al pubblico da casa dei particolari molto interessanti, ovvero dei retroscena sui colleghi che lo hanno preceduto nel quiz tv con La Ghigliottina.

I retroscena su Fabrizio Frizzi e Carlo Conti

Ospite nell’ultima puntata stagionale di Tv Talk, Flavio Insinna ha parlato del suo rapporto con Carlo Conti, svelando pure dei retroscena inediti che riguardano il compianto Fabrizio Frizzi. “Mi sono andato a prendere il gioco di un amico, non di un collega, che me lo ha lasciato nella maniera più cruda e triste possibile”, ha confessato l’attore ricordando il marito di Carlotta Mantovan morto un paio d’anni fa.

Ma non è finita qui, poi il padrone di casa de L’Eredità ha speso delle parole anche per il presentatore di Top Dieci: “Il primo giorno di registrazione scelsi il camerino di Fabrizio Frizzi, perché era piccolo, semplice entravi e c’era lui. Carlo Conti quando se ne accorse mi disse ‘bravo mettiti qui vicino a me, al mio camerino, qualunque problema bussa. Un cosa non comune”.

Il grande desiderio di Flavio Insinna

In poche parole Flavio Insinna e Carlo Conti in varie occasioni hanno dato dimostrazione che sono legati da un rapporto amichevole oltre che a quello professionale. Parlando con Massimo Bernardini a Tv Talk, il padrone di casa de L’Eredità non ha escluso una possibile staffetta con un volto femminile.

“Io l’ho già detto in più occasioni che sarebbe un’alternanza giusta, al di là, delle quote rosa. Io ho sempre pensato che, se non avessero queste carriere brillanti, Luciana Littizzetto e Veronica Pivetti sarebbero state perfette”, ha asserito il professionista capitolino nel programma pomeridiano di Rai Tre. A questo punto non rimane che attendere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!