Cristiano Malgioglio, panico in aereo: “Ho paura, non mi siedo con sconosciuti…”

Cristiano Malgioglio

Cristiano Malgioglio perde la pazienza in aereo

Qualche ora fa Cristiano Malgioglio è tornato a far parlare di sè per un suo viaggio in aereo. In pratica il paroliere catanese ha letteralmente perso le staffe rendendosi protagonista di una vera e propria sceneggiata fatta di urla e caos all’interno della cabina del velivolo. A raccontare il tutto ci ha pensato lo stesso concorrente del Grande Fratello Vip attraverso una lunga intervista a Libero.

Parlando col giornalista l’opinionista dei programmi di Barbara D’Urso ha svelato un assurdo retroscena. In pratica i posti al fianco del cantautore siciliano non erano liberi ma occupati da altri due passeggeri, per tale ragione l’uomo ha iniziato a urlare fortissimo: “Perché devo sedere gomito a gomito con uno sconosciuto?”.

Il paroliere siciliano non vuole volare al fianco di sconosciuti

Intervistato da Libero, Cristiano Malgioglio ha svelato quello che è accaduto quando ha preso l’aereo. Urla e caos all’interno del velivolo perché il cantautore siculo si rifiutava di avere al fianco delle persone che non conosceva. E se nella Fase 2 prevedeva l’alternarsi dei posti per rispettare il distanziamento fisico, con l’avvio della Fase 3 non c’è più.

In pratica l’aero parte a pieno carico e all’interno l’aria viene ricambiata ogni tre minuti. Il paroliere catanese ha chiesto spiegazioni al personale di bordo che prontamente gli ha risposto così: “Le regole non prevedono in aereo il distanziamento”. Ma le spiegazioni delle hostess non hanno per niente convinto l’ex gieffino che, munito di guanti e mascherina protettiva ha continuato ad urlare come un forsennato.

Cristiano Malgioglio si calma grazie all’intervento del suo assistente

La situazione è tornata alla normalità grazie all’assistente di Cristiano Malgiglio. Infatti quest’ultimo viene seguito sempre nei suoi spostamenti da un uomo di fiducia. In pratica lo ha convinto a salire a bordo e di darsi una calmata per non creare panico all’interno dell’aereo.

L’atteggiamento del noto cantautore siciliano ha fatto perdere la pazienza non solo agli assistenti di volo ma anche agli altri passeggeri che come lui dovevano recarsi nella destinazione prefissata. Purtroppo nella Fase 3 non prevedono dei distanziamenti fisici all’interno dei velivoli perché le compagnie non vogliono volare con mezzi quasi vuoti. Una confessione che ha sollevato una serie di polemiche sul web e sui vari social network.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)