Pierluigi Diaco ha tirato una sedia ad una conduttrice? Lui sbotta e passa alle azioni legali: “Schifoso linciaggio”

Pierluigi Diaco
Pierluigi Diaco

Pierluigi Diaco sbotta su Twitter: il motivo

Da qualche giorno Pierluigi Diaco è al centro dell’attenzione per vari fattori. Il primo per la sua presa di posizione contro il collega Alberto Matano ritenendolo responsabile della sua amica Lorella Cuccarini da La vita in diretta. Secondo perché da quando ha iniziato a condurre la seconda edizione di Io e Te il professionista ha perso più volte la pazienza con i suoi ospiti dicendo: “Vuoi condurre tu al posto mio?”.

Durante l’ospitata di Flavio Insinna, il padrone di casa oltre ad emozionarsi ha ammesso che spesso ha un comportamento sopra le righe. Dopo aver sentito e visto di tutto (negativo) nei suoi confronti, l’ex naufrago dell’Isola dei Famosi ha detto la sua su Twitter: “Resisterò a questo schifoso linciaggio mediatico…”.

Il giornalista in passato ha avuto problemi con la collega Georgia Luzi?

Ma i problemi per Gianluigi Diaco non sono terminati qui. Infatti, di recente Georgia Luzi ha confessato che in passato ha avuto dei problemi col collega. A quel punto utenti web hanno iniziato a sospettare che la persona in questione non è altro che il padrone di casa di Io e Te. Ricordiamo che un decennio fa entrambi erano alla guida del format di Rai, UnoMattina.

Sempre nel medesimo post pubblicato sul suo account Twitter, il giornalista ha fermato ogni illazione nei suoi confronti e subito dopo ha minacciato di agire per vie legaliper tutelare la propria immagine: “Se qualcuno osa sostenere che avrei tirato una sedia ad una conduttrice con cui ho condiviso l’esperienza di #unomattinaestate nel 2010, passo alle azioni legali…”, ha scritto il professionista sul noto social network.

Pierluigi Diaco annuncia azioni legali su Twitter: “Ora basta!”

Sembra proprio che Pierluigi Diaco è stanco di essere coinvolto in varie polemiche. Da quando ha iniziato la conduzione di Io e Te non c’è giorno che non si parla di lui, ma in modo negativo. Per tale ragione il conduttore Rai sempre nello stesso post su Twiter ha sbottato così: “Ora basta!”.

Dopo l’appello e le minacce di querele, finiranno di parlare in modo negativo nei suoi confronti oppure il diretto interessato dovrà andare fino in fondo dal punto di vista legale? A questo punto non rimane che attendere nuovi sviluppi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!