Occhiali da sole con bottiglie di plastica riciclate: idea di padre e figlio

occhiali da sole con bottiglie di plastica riciclate
occhiali da sole con bottiglie di plastica riciclate

Un uomo e suo figlio di nove anni hanno avuto un’idea brillante. Ovvero quella di iniziare a produrre occhiali da sole con bottiglie di plastica riciclate e ormai non utilizzate. I due sono originari dell’Australia.

Come nasce l’idea degli occhiali da sole con bottiglie di plastica riciclate

C’è così tanta spazzatura che finisce ogni anno nelle discariche e centri di riciclaggio da mettersi le mani nei capelli. E così Nik Robinson voleva assicurarsi che questa spazzatura venisse trasformata in tesoro, ideando così gli occhiali da sole con bottiglie di plastica riciclate.

Ogni paio di occhiali da sole è composto da una singola bottiglia da 600 ml e ci sono tre colori tra cui è possibile scegliere: limonata, cola e acqua. I nomi dati ai tre modelli sono un chiaro cenno ai nomi dei liquidi popolari trovati in queste bottiglie. Nik ha affermato di essere stato ispirato a fondare la Good Citizens due anni fa, quando suo figlio Harry stava imparando a conoscere l’ambiente e il concetto di ecologia a scuola. Quando Harry chiese a suo padre se c’era qualcosa che potesse fare per aiutare il pianeta, Nik iniziò a pensare a qualcosa su cui poter contribuire.

In un’intervista ha spiegato: “All’inizio non ci ho pensato molto, ma mi ha fatto riflettere la voglia di mio figlio di salvare il mondo. Così mi son detto ‘Forse potremmo fare qualcosa; forse potremmo prendere la spazzatura e trasformarla in qualcosa di buono'”.

Per Nik, uno dei maggiori problemi di rifiuti a livello globale sono le bottiglie di plastica monouso, quindi ha iniziato a ricercare se il PET riciclato potesse essere utilizzato per i prodotti. In un primo momento non riusciva a capire perché le aziende stessero fabbricando prodotti con nuova plastica quando c’era un mucchio così grande di scarti plastica che potrebbe essere usata.

È difficile usare la plastica vecchia

Nik ha spiegato che non è facile riciclare la plastica. Ci sono voluti più di due anni di ricerche, prove e modifiche. Con un velo di stanchezza ha dichiarato ” Quante volte sono tornato esausto a causa. E poi seduto in macchina in una sosta al ritorno dalla fabbrica sono scoppiato a piangere perché non riuscivamo a vedere un modo per risolvere un problema. Eravamo determinati a riciclare i nostri telai al 100% ed è stato incredibilmente impegnativo “.

Per fortuna, sono riusciti a perfezionare il loro mestiere e ora hanno alcuni modelli, anche piuttosto eleganti da mostrare per tutto il loro duro lavoro. Nik spera che questi occhiali da sole mostrino alla gente che realizzare oggetti esclusivamente con materiale riciclato non è un obiettivo impossibile.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!