Amanda Lear, “non mi è mai piaciuto, mi facevano fumare per ……”

Amanda Lear
Amanda Lear

Sorprendenti le rivelazioni di Amanda Lear, la cantante confessa che la facevano fumare prima di cantare la disco music che non amava

Arrivano a sorpresa alcune rivelazioni fatte da Amanda Lear riguardanti la disco music che cantava molti anni fa. L’artista, che ancora oggi a 70 anni è super impegnata, ha confessato che le veniva imposto di fumare prima di cantare i brani della disco music. La Lear ha rivelato questo particolare durante un’intervista rilasciata ai microfoni de La Stampa in cui ha parla del nuovo disco che uscirà a breve.

Nel nuovo brano la cantante ha detto che il pubblico vedrà una Lear diversa e nuova. Amanda sarà alle prese con un genere musicale totalmente opposto a quello che l’ha resa famosa. Nell’intervista la cantante ha rivelato di non aver mai amato in realtà la disco music, la cantava perché glielo dicevano e poi vendeva tanto.

Amanda Lear non ha mai amato la disco music

Oggi lei ha smesso con quel genere e quindi non è neanche più costretta a fumare per cantare. La Lear ha aggiunto che tutti i cantanti della disco lo fanno, ma adesso lei preferisce canzoni melodiche, che parlano d’amore e di sentimenti. Con i suoi brani vuole fare innamorare e sognare, perché l’amore è una cosa bella.

La Lear mostrerà quindi una nuova immagine di sé, inedita, molto diversa da quella precedente. Non ha paura di intraprendere nuove avventure artistiche e si sta buttando alle spalle il passato, per iniziare un nuovo presente. Amanda durante l’intervista ha rivelato altri dettagli interessanti che hanno permesso ai fan di conoscerla meglio.

La Lear ha parlato del passato

Ad oggi la Lear è cambiata, ed è diversa dalla donna che ha fatto parte di un mondo musicale che oggi non c’è più. Nell’intervista a La Stampa l’artista ha parlato di come a renderla celebre fosse stata la sua voce roca, dal timbro inconfondibile, che veniva accentuato da alcune strategie. L’artista ha raccontato che allora il suo produttore tedesco le diceva di cantare alla Marlene per fare colpo.

Era stato lui a spingerla ad assumere una voce bassa, che sembrava quasi artificiale, che però è stata alla base del suo successo. Lei doveva fumare prima di registrare e le registrazioni venivano fatto alle quattro di notte. A novembre la cantante compirà 70 anni ma ancora oggi lavora instancabilmente e continua ad essere apprezzata. Presto girerà un film con Alberto Rizzi dal titolo ‘Si muore solo da vivi’.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!