Francesco Baccini lo ricordate? Oggi cosa fa il cantante di “Sotto questo sole”

Francesco Baccini
Francesco Baccini

Francesco Baccini un ritorno al passato, tanti bei ricordi

Francesco Baccini durante la puntata di ieri di Techetechetè programma del pre-serale di Raiuno ha parlato del festival del 1990, il festival di Sanremo che vinse con la hit “Sotto questo sole” e che ancora oggi è una tra le canzoni più amate.

Partendo dall’ottimo risultato ottenuto dalla canzone, è tornato indietro raccontando degli aneddoti legati alla musica ed al lambrusco. Il vino gli ha portato bene allora, quindi questo potrebbe voler dire che bere di più prima di impegnarsi nella scrittura.

Prima di scrivere quella canzone era andato a trovare Paolo Belli, si erano messi al piano con Prandi, tra un gioco e l’altro, tra una risata e l’altra, è nata una canzone diventata Evergreen. Ai tempi mai avrebbero potuto pensare che sarebbe andata in questo modo. Trascorsa una settimana dall’uscita della canzone lo swing era sulla bocca di tutti. I discografici avevano nettamente bocciato quella musica, pensando che mai avrebbe potuto sfondare.

Francesco Baccini paragonato a Luigi Tenco. Il ricordo divertente legato al brano? Il videoclip post infortunio

Francesco Baccini sa che grazie a questo singolo è riuscito a conquistare non soltanto le classifiche ma anche il pubblico che oggi lo conosce e lo ricorda proprio per questo. Il videoclip? Un altro ricordo divertente. Era caduto e si era fatto male ad una gamba.

Non riusciva a camminare. Per registrare il clip però ha addirittura pedalato. La musica che fa miracoli. Qualcuno parlava addirittura di una grande somiglianza con Luigi Tenco. Un orgoglio immenso.

Ma cosa fa oggi? Cosa lo impegna trent’anni dopo il boom del suo singolo?

Sono passati 30 anni dal successo ottenuto dal singolo, ancora oggi Francesco Baccini si occupa di musica, la sua carriera continua ad essere straordinaria. Vanta collaborazioni con nomi grandiosi come Fabrizio De Andrè. Esperienze che ricorda con commozione, ma soprattutto con grande soddisfazione essendo la realizzazione di sogni che sembravano essere lontani da lui.

Oggi continua a scrivere, ma lo fa in un campo diverso, per il cinema. In questi giorni ha finito il film di Massimo Bonetti, la sua prima colonna sonora. Grazie a questa esperienza ha capito che è proprio questo che vuole fare nella vecchiaia. È uno spirito libero e questo impegno fa proprio per lui.

Ad ogni modo sente di essere ancora giovane, un ventenne, ha tanto da fare, ha tanto da dare nonostante sia tendenzialmente pigro. Aggiunge di aver fatto tantissime cose, ma di non ricordarne nemmeno una. Sa di essere una macchina da guerra proprio come la madre: se qualcosa lo interessa e gli piace realmente, non smette mai di impegnarsi. Un ruolo soltanto ha rifiutato nel corso della sua carriera, quello da giudice in vari talent musicali. Mai avrebbe potuto vestire quei panni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!