Simone Coccia corre in soccorso della sua amata Stefania Pezzopane “Allucinante!”

Simone Coccia e Stefania Pezzopane
Simone Coccia e Stefania Pezzopane

Simone Coccia va su tutte le furie a causa di un commento nei confronti della sua fidanzata

Simone Coccia racconta l’ultimo episodio negativo avvenuto sui social, esattamente su Facebook. Si tratta di bullismo ed offese nei confronti della sua fidanzata senatrice del Partito democratico Stefania Pezzopane.

L’uomo proprio in queste ore ha puntato il dito contro i social ed internet sempre più in balia di se stessi, senza alcun controllo. Così chiunque è libero di fare e dire ciò che vuole tanto che è toccato a lui difendere la sua donna da chi ha pensato di lasciarsi andare a commenti poco carini.

Simone Coccia, un utente dà della nana alla sua donna, lui lo segnala e poi spiega tutto tramite un video

Simone Coccia racconta tramite dei video condivisi nelle Instagram stories che qualche giorno fa su Facebook si è imbattuto in un commento parecchio brutto, di un tizio che riferendosi a Stefania, le aveva dato della nana. Lui ha cercato di far rimuovere il commento segnalandolo a Facebook, ma era ancora lì dopo diverse ore.

Il rimprovero è andato piuttosto che all’utente protagonista dell’evento, ai social, a Facebook che secondo lui è la rovina del mondo. Sui social dovrebbero esserci regole ferree, che garantiscono Il rispetto del singolo, ma così non è. Facebook approva il bullismo e le offese, permette di lasciare commenti di qualunque genere, senza controllare chi rispetta gli standard della community e chi no, così come nemmeno le segnalazioni. Poi la sfuriata è passata alle accuse più gravi, Simone ha denominato gli amministratori di Facebook razzisti, incitatori all’odio, persone che fanno buon viso a cattivo gioco, portano avanti la guerra contro gli hater, ma allo stesso tempo approvano i loro comportamenti.

I suoi follower si dividono, qualcuno gli dà ragione, qualcuno gli spiega che non si tratta di un’offesa

È subito arrivata la risposta dei follower che hanno confermato le parole di Simone dicendo che la pensano come lui. Si distingue poi qualcun altro che invece gli ha fatto notare che dare della nana ad una donna, così come ad un uomo non è perseguibile.

Non si tratta di un’offesa o di un insulto, nana vuol dire soltanto piccola, minuta, non si può dire il contrario della Pezzopane dato che è bassina. In realtà Simone racconta che in passato sono stati vittime e protagonisti di episodi di bullismo, presi di mira in più occasioni dagli hater e nessuno, Facebook o Instagram, ha preso posizione. La rabbia ha dei precedenti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!