Beffa per Stefano De Martino, dopo Belen perde qualcos’altro: è stato tagliato fuori

Stefano De Martino
Stefano De Martino

Stefano De Martino fatto fuori da Rai Due

La settimana scorsa a Roma sono stati presentati i nuovi palinsesti della stagione televisiva 2020/2021. Tra le assenze registrate una in particolare ha scatenato lo stupore in generale. Stiamo parlando Stefano De Martino che è stato fatto fuori dai progetti della seconda rete della tv di Stato.

Il padrone di casa di Made in Sud, attualmente in onda, è uno dei volti di punta dell’emittente in queste ultime due edizioni al fianco di Fatima Trotta. Il direttore di rete Carlo Freccero ha puntato molto sul ballerino napoletano prima che il dirigente venisse rimosso dal suo incarico. La sua scelta aveva dato i suoi frutti, infatti anche al gossip che circola costantemente intorno a lui, i format condotti da Stefano hanno riscosso un grandissimo successo a livello di ascolti.

Il ballerino napoletano condurrà solo il Festival di Castrocaro

Nonostante i risultati ottenuti fino ad ora, del nome di Stefano De Martino nei palinsesti Rai 2020/2021 non c’è traccia. Al momento l’unico suo impegno con la seconda rete è per il prossimo 27 agosto. In quell’occasione il danzatore partenopeo sarà alla guida per il secondo anno consecutivo del Festival di Castrocaro, ma stavolta senza Belen Rodriguez. Poi il nulla.

Di recente si era parlato anche di alcuni appuntamenti speciali di Made in Sud in autunno, ma a quanto pare si tratta solo di un’idea senza realizzazione. Quindi dopo l’ultima puntata del 20 luglio 2020 gli addetti ai lavori toglieranno l’attuale scenografia dall’auditorium del Centro di Produzione Rai di Napoli.

Stasera tutto è possibile fuori dal palinsesto di Rai Due

Altra grande assenza sarà Stasera tutto è possibile, il varietà che Stefano De Martino l’anno scorso aveva ereditato dal collega Amadeus. Il programma non andrà in onda nella prossima stagione nonostante gli ottimi risultati in termini di share della scorsa stagione. C’è da sottolineare che non stato cancellato per motivi legati agli ascolti, ma per l’impossibilità di realizzare un format del genere durante l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19.

Oltre all’assenza di pubblico, tassello fondamentale per la trasmissione in questione, anche le varie difficoltà di adattare giochi. Infatti bisogna tenere conto che si dovrà adottare il distanziamento fisico. Ovviamente le decisioni del nuovo direttore di Rai Due Ludovico Di Meo hanno scatenato una serie di polemiche da parte dei fan del ballerino napoletano.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!