Padre permette al figlio di lasciare la scuola per giocare come professionista a Fortnite

giocatore professionista a Fortnite .

Alcuni genitori pensano che i videogiochi siano una perdita di tempo. Altri li ritengono un hobby ma che non potrà mai dare alcuna possibilità di guadagno nella vita. Viceversa ci sono poi coloro che lasciano che i loro figli seguano la loro passione. Una famiglia della Gold Coast ha permesso che il figlio diciassettenne, Alex Mackechnie, scegliesse di abbandonare la scuola per diventare un giocatore professionista a Fortnite.

La storia di Alex giocatore professionista a Fortnite

Alex era come molti adolescenti della sua età: desideroso di passare il suo tempo contro e con un sacco di persone online durante una partita di videogiochi battle royale. Tuttavia, dopo aver mostrato una bravura vera e propria nel gioco, ha cominciato a pensare di poterne trarre un qualche guadagno decente.  E ha deciso di intraprendere professionalmente la carriera di player.

L’ascesa degli e-sport ha visto i migliori giocatori guadagnare milioni di dollari in premi in denaro. Tuttavia devono dedicare molte ore al perfezionamento del loro mestiere, il che significa che non c’è tempo né per studiare né per avere una vita privata. Alex ha circa 22.000 follower su Twitch e ha guadagnato $ 42.000 negli ultimi 18 mesi partecipando a competizioni online in tutto il mondo. Spera di diventare presto un milionario.

Il punto di vista di suo padre

Il papà dell’adolescente ha ammesso durante una intervista che Alex a volte guadagna più soldi in un giorno di lui in un mese. Matt non avrebbe mai immaginato di accettare che uno dei suoi figli potesse abbandonare la scuola per provare a giocare. Tuttavia quando ha visto quanto è appassionato e bravo, ha deciso con sua moglie di lasciargli fare quello che desiderava.

Il padre di Alex ha detto: “Siamo sempre stati molto severi sugli schermi. Volevamo che si concentrasse sui suoi studi durante la settimana, quindi ci siamo assicurati che giocasse solo nei fine settimana. Stiamo ora facenso tutto il possibile per supportarlo. Gli e-sport non sono diversi, quindi quest’anno abbiamo deciso o di concedere  un anno sabbatico ad Alex (per competere).”

Alex ha perso solo le qualifiche per la Coppa del Mondo Fortnite per un posto. I vincitori di quella competizione hanno potuto condividere un montepremi del valore di 30 milioni di dollaro.
Incurante del fatto che potrebbe perdere i suoi ultimi giorni al liceo, Alex si sta impegnando a studiare alla TAFE. Ma fino ad allora, passa davanti allo schermo un massimo di sei ore al giorno così da diventare uno dei migliori al mondo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: