Luca Barbareschi entra nello studio di Io e Te e scoppia a piangere. Pierluigi Diaco: “Che succede?”

Luca Barbareschi

Luca Barbareschi fa un appello a Io e Te

Continua la programmazione di Io e Te, il programma pomeridiano di Rai Uno condotto da Pierluigi Diaco e con la partecipazione di Katia Ricciarelli e Santino Fiorillo. Tra una polemica e l’altra per il suo stile di conduzione, il padrone di casa nella giornata di mercoledì 22 luglio 2020 ha accolto nello studio romano di via Teulada Luca Barbareschi.

Quest’ultimo è il direttore del Teatro Eliseo della Capitale e nel salotto di Diaco ha lanciato un disperato appello alle istituzioni del Nostro Paese: “Aiutatemi a non chiudere l’Eliseo”. Ma in apertura di trasmissione qualcosa che ha visto ha fatto commuovere l’attore ed ex politico. Di cosa si tratta? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutte le informazioni dettagliate.

Il noto attore scoppia a piangere nello studio di Io e te

A Io e Te, il padrone di casa Pierluigi Diaco ha presentato Luca Barbareschi con un video sulla sua lunga carriera in televisione e al cinema. Una volta tornati nello studio 3 del centro Rai di via Teulada, però, il presentatore si è accorto che il suo ospite era in lacrime.

Il diretto interessato ha spiegato il suo stato d’animo in questo modo: “Deve essere la senilità. Mi sono commosso vedendo tutto quello che ho fatto in 45 anni di attività. Pensavo che una volta arrivato alla mia età, ho 64 anni, qualcuno mi avrebbe detto ‘Grazie’ o mi avrebbe chiamato maestro. Invece devo combattere per tenere aperto l’Eliseo”.

L’appello di Pierluigi Diaco alle istituzioni del nostro Paese

Ma lo sfogo di Luca Barbareschi a Io e Te non è terminato qui. Infatti, il noto attore e direttore del Teatro Eliseo di Roma ha detto anche: “Una sfilza di grandi artisti stranieri, tra cui Spielberg, hanno scritto al ministro Franceschini per chiedergli di aiutare l’Eliseo, ma non mi ha mai risposto”.

A quel punto il conduttore Pierluigi Diaco ha concluso l’intervista lanciando un appello alle istituzioni italiane: “Se il ministro, che non è qui e non può rispondere, vuole replicare noi siamo a disposizione”. Ci sarà la replica? Nel frattempo è ufficiale che nella prossima stagione televisiva non sarà presente Diaco. Quest’ultimo senza giri di parole ha detto che presenterà i suoi progetti a qualche altra emittente televisiva.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!