Jonathan Kashanian si foga dopo brutta disavventura: “Trattato come un assassino”

Jonathan Kashanian

Jonathan Kashanian furioso su Instagram: il motivo

Jonathan Kashanian, protagonista di Detto Fatto su Rai Due, nelle ultime ore è stato vittima di una brutta disavventura. Dopo l’accaduto l’ex concorrente del Grande Fratello ha deciso di sfogarsi duramente sfogato su Instagram postando una serie di Stories. L’opinionista del del format di tutorial guidato da Bianca Guaccero, rivolgendosi ai suoi follower ha confessato di essere particolarmente infuriato e di aver avuto una forte discussione con la polizia.

Durante la lunga chiacchierata social l’ex gieffino che ha lavorato per anni a Verissimo ha spiegato nei dettagli cosa gli fosse accaduto: “Sono stato trattato come un assassino illegale da mettere in galera, il modo in cui sono stato trattato da una persona più grande mi ha scioccato”. Ma cosa avrà fatto per far reagire così le forze dell’ordine? Ma andiamo a vedere nello specifico cos’altro è accaduto.

L’ex gieffino maltrattato da un poliziotto

Nello specifico Jonathan ha rivelato che nel pomeriggio di mercoledì aveva ricevuto una multa perché aveva lasciato il suo veicolo fermo per una decina di minuti. Essendo molto irritato, il Kashanian si è messo di nuovo sopra il monopattino elettrico per raggiungere la sua destinazione. Ma proprio in quel momento ha attraversato con il rosso ma un’auto della polizia che lo ha immediatamente bloccato.

“Sono passato con il semaforo rosso ma perché non l’ho visto ma lo ammetto, io mi prendo le mie responsabilità. Ad un certo punto una macchina della polizia inchioda e mi ha messo alle strette”, ha raccontato l’ex gieffino. Quest’ultimo, abbastanza innervosito, è stato trattenuto più di un’ora dal poliziotto che lo ha trattato con cattiveria. Addirittura, stando al racconto dell’opinionista, il suo collega si è scusato con lui per il suo atteggiamento.

Jonathan Kashanian contro la Polizia

Ma lo sfogo di Jonathan Kashanian su Instagram non è terminato qui. Infatti, l’opinionista di Detto Fatto ha ammesso: “Io mi aspetto dalle persone che hanno quel ruolo che siano più civili nel far rispettare le regole”.

In poche parole, per fortuna la situazione si è risolta nel migliore dei modi ma l’ex gieffino ha concluso il suo intervento dicendo che il compito della Polizia era quello di fargli una multa non di mortificarlo per tutto quel tempo .

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!