Caratteristiche di Samsung Galaxy A5

smartphone

Samsung Galaxy A5 è il dispositivo di fascia media della serie Galaxy A, con il corpo fatto interamente in metallo che dà un’impressione di eleganza e stile.

Samsung Galaxy A5 – Caratteristiche tecniche

Display

Il display è di 5″ HD (1280×720), un SuperAmoled che offre una buona luminosità con tecnologia PenTile, un sistema diverso nella suddivisione dei sub-pixel che però produce delle leggere aberrazioni cromatiche e una definizione minore, visibili comunque solo ad occhi esperti.

Hardware e Software

Il comparto hardware è dotato di un processore Snapdragon 410 quad-core da 1,2ghz con gpu Andreno 306. La ram è da 2gb mentre la memoria interna è da 16gb espandibile tramite microsd. Il sistema operativo è Android 4.4.4 con una buona fluidità generale; positiva l’esperienza web anche se qualche piccolo lag è presente su siti particolarmente pesanti. Ottimo il player video che offre una buona esperienza multimediale con tutti i vari formati e nelle varie risoluzioni. Per quanto riguarda il gaming, il terminale è in grado di supportare anche titoli pesanti grazie alla buona gpu. Da segnalare la mancanza di un led di notifica.

Connettività

Samsung Galaxy A5 è dotato di connessione LTE, Wifi N, Bluetooth 4.0, GPS e modulo NFC. Nessuna mancanza su questo reparto.

Fotocamera e batteria

La fotocamera di questo smartphone è di 13mpx, dotata di autofocus-flash led e possibilità di registrare video in Full HD a 30FPS. Anche la fotocamera frontale ha una buona dotazione di mpx, ben 5.0. Entrambe scattano delle buone foto in tutte le condizioni, in particolare la fotocamera posteriore ha una qualità decisamente superiore alla media degli altri smartphone. La batteria da 2300 mAh è veramente buona e permette di superare tranquillamente una giornata di utilizzo intenso.

Samsung Galaxy A5 – Conclusioni

Samsung Galaxy A5 è un dispositivo di fascia media molto ben equilibrato, con nessun difetto apparente se non quello di avere forse un prezzo un po’ troppo alto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!