Mamma e figlio scomparsi: cane li individua al suo primo giorno di lavoro

Mamma e figlio scomparsi

Un cane poliziotto ha individuato mamma e figlio scomparsi durante il suo primo giorno di lavoro.
Max, un cane poliziotto della Dyfed-Powys di recente licenza, insieme al suo conduttore PC Peter Lloyd, sono stati chiamati in causa dopo che sono arrivate notizie secondo cui una donna era scomparsa con suo figlio in una località remota a Powys, nel Galles, lo scorso primo agosto.

Mamma e figlio scomparsi: meriti del cane Max

Il pastore tedesco di due anni è riuscito a coprire una distanza enorme ed individuare le due persone dopo che è stata avviata una ricerca per trovare la mamma e il suo bambino di un anno.
Parlando del caso, l’ispettore Jonathan Rees-Jones ha elogiato Max per la sua eroicità. Ha detto: “La donna non era stata vista o non si era parlato per due giorni, il che era fuori dal possibile. In più il suo telefono non funzionava, quindi naturalmente la preoccupazione per la sua sicurezza era alta”.

Agenti di risposta, squadre di polizia di quartiere e agenti di ricerca specializzati sono stati inviati a casa sua e sono state condotte indagini per cercare di rintracciare i suoi passi. Grazie all’ottimo lavoro tra le squadre, l’auto della donna è stata trovata rapidamente su una strada di montagna.

Anche se questo ha dato agli agenti una posizione da cui cercare, c’era ancora una vasta area da coprire vista la quantità di tempo che era scomparsa. È qui che entrano in gioco le capacità di tracciamento di PD Max. Nonostante abbia ottenuto la licenza solo di recente e al suo primo turno operativo, ha immediatamente iniziato una ricerca in un’area aperta.

Decisivo il lavoro di Max

Max e Lloyd sono stati aiutati nella ricerca da unità del Brecon Mountain Rescue Team e da un elicottero del National Police Air Service, oltre a ricevere consigli da un esperto di ricerca.
E intorno alle 13:30, la coppia ha individuato la donna scomparsa che chiedeva aiuto vicino a un ripido burrone su una montagna. La madre e il bambino sono stati quindi portati in salvo e controllati da un medico del soccorso alpino e dal servizio di ambulanza.

L’ispettore Rees-Jones ha aggiunto: “Questo è stato un fantastico lavoro di squadra coordinato e determinato da tutte le persone coinvolte, che senza dubbio ha garantito la sicurezza della mamma e del bambino che erano a rischio significativo di danni”. Ma grande merito è di Max.
Max è un cane generico, le cui responsabilità principali sono rintracciare e localizzare le persone negli edifici e all’aria aperta

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: