Massimo Giletti ottiene la scorta dopo minacce del boss mafioso Filippo Graviano

Massimo Giletti

Massimo Giletti ha ottenuto la scorta

E’ arrivata la conferma ufficiale: Massimo Giletti sarà protetto da una scorta . La decisione è arrivata dopo che il noto conduttore piemontese ha ricevuto della minacce da parte del boss mafioso Filippo Graviano. Di recente sull’argomento spinoso è intervenuta l’attuale ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Quest’ultima ha affidato un gruppo di carabinieri al padrone di casa di Non è l’Arena, programma di La7.

L’informazione è sul web, ma ad oggi ancora non è arrivata nessuna dichiarazione da parte del diretto interessato. Il professionista nel periodo di emergenza sanitaria da Covid-19 si era scagliato contro le istituzioni che avevano deciso di rispedire nelle proprie case decine e decine di detenuti. Nel programma domenicale di Giletti sono andati in onda molti servizi che hanno fatto storcere il naso Non al malavitoso, che non ha perso tempo a minacce il giornalista. Per tale ragione da un paio di settimane quest’ultimo viene scortato dalle forze dell’ordine.

Le minacce del boss Filippo Graviano

Le varie inchieste che Massimo Giletti ha fatto a Non è l’Arena hanno scatenato una serie di malcontenti. Il giornalista piemontese diventò nero per la decisione dello Stato di far ritornate nelle proprie abitazioni alcuni mafiosi per timore di essere contagiati dal Covid-19. Una presa di posizione, quello dell’ex professionista della Rai, che aveva fatto indignare e infastidire il boss Filippo Graviano.

Quest’ultimo, infatti, aveva indirizzato un messaggio nei confronti del dipendente di La7. Le intercettazione delle sue chiamate sono avvenute all’interno di una prigione di massima sicurezza, dove vi si trova all’interno a causa della per le stragi del 1992 e dell’anno successivo.

Massimo Giletti rimane a La7: nessun ritorno in Rai

Come ogni anno, al termine della stagione televisiva, sul web iniziano a circolare delle indiscrezioni sul futuro di alcuni conduttori. Anche nel 2020 Massimo Giletti è finito nel calderone sul possibile addio a La7 e il clamoroso ritorno in Rai.

Una voce prontamente smentita dal diretto interessato affermando che non tornerà più indietro i vertici di Viale Mazzini qualche anno fa lo hanno praticamente mandato via e il professionista piemontese non se lo è affatto dimenticato tale trattamento. Di conseguenza il giornalista in autunno tornerà con Non è l’Arena nella rete guidata da Urbano Cairo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!