Elisabetta Canalis si spoglia totalmente per una giusta causa: la foto manda in tilt i fan

Elisabetta Canalis
Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis senza veli ma per una giusta causa

Elisabetta Canalis dopo un periodo di quarantena a Losa Angeles, da qualche settimana si trova in vacanza con la sua famiglia in Sardegna, la sua terra natia. Qualche giorno fa l’ex velina di Striscia la Notizia aveva denunciato su Instagram un fatto di vandalismo. Ovvero che la bici sua e del marito Brian Perri erano state buttate giù da un dirupo. Lei non si è scoraggiata andando in prima persona a recuperarle.

Nelle ultime ore, invece, la 40enne è tornata a far parlare di sé per qualcos’altro. Nello specifico sul suo canale social è apparsa una foto che la mostra totalmente senza vestiti. Per caso si tratta di un vecchio scatto del suo calendario? A quanto pare no, è un’immagine recente e la professionista lo ha fatto per una giusta causa.

La campagna di sensibilizzazione di Peta

La bella Elisabetta Canalis è tornata ad infiammare i social network. Ebbene sì, tutti gli utenti web sono rimasti a bocca aperta quando si sono ritrovati davanti uno scatto che mette in risalto la sua incredibile bellezza. Un’immagine in cui appare completamente senza veli per la campagna di sensibilizzazione di Peta.

C’è da dire, però, che lo scatto in questione nasconde un trucco: l’ex velina di Striscia la Notizia non è totalmente nuda, ma indossa della lingerie fatta ad hoc per questi tipi di foto. Un contenuto molto elegante che ha un significato importante. Sul profilo Twitter Elle è un’immagine di repertorio che fa parte della vecchia campagna Peta “Meglio Nuda che in Pelliccia”. (Continua dopo il post)

La denuncia social di Elisabetta Canalis

Non è possibile produrre pellicce in modo etico rubato a un essere vivente che ha trascorso una vita miserabile rinchiuso in un’angusta gabbia di filo metallico prima di essere annegato, fulminato, gassato o scuoiato vivo“, ha scritto Elisabetta Canalis in una lunga lettera al suo Paese. Affermazioni abbastanza quelle fatte dall’ex velina di Striscia la Notizia che denunciano un sistema ancora troppo invadente nel mondo della moda.

Subito dopo l’attrice sarda si è scagliata anche contro gli allevamenti italiani di visoni. Infatti la donna ha riportato i dati di Essere Animali, raccolti in un indagine durata un anno e mezzo, sul trattamento a cui vengono sottoposti questi tipi di animali.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!