DayDreamer, il difficile passato di Demet Ozdemir: “Non ho potuto vivere la mia adolescenza…”

Demet Ozdemir

Demet Ozdemir si confessa al magazine DayDreamer

Da un paio di mesi è uno dei volti più amati della televisione italiana insieme a Can Yaman. Stiamo parlando di Demet Ozdemir, la giovane attrice turca protagonista assoluta della soap opera DayDreamer – Le Ali del Sogno. La ragazza per diverso tempo è stata al centro del gossip per una presunta relazione col collega Can, rumor smentito da entrambi.

Di recente, mentre in Italia è in corso la pausa di Ferragosto, la bella professionista ha rilasciato una lunga intervista al magazine ufficiale di DayDreamer, facendo una rivelazione inattesa sulla sua infanzia. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa ha confessato.

Le dichiarazioni inedite della protagonista di DayDreamer – Le Ali del Sogno

Demet Ozdemir ha trovato il successo e la popolarità grazie al suo ruolo di Sanem Aydin nello sceneggiato turco DayDreamer – Le Ali del Sogno. La giovane aspirante scrittrice ha conquistato il cuore dell’affascinante fotografo Can Divit, proprietario dell’agenzia pubblicitaria Fikri Harika che l’ha assunta inizialmente come stagista. In una recente intervista l’attrice si è raccontata al magazine ufficiale dello sceneggiato turco di Canale 5, parlando della sua carriera e della sua adolescenza alquanto difficile.

La ragazza che di recente è stata criticata per il suo aspetto fisico, ha ammesso di essere abbastanza felice per il successo che sta ricevendo. Dei risultati che sono arrivati dopo anni di grandi sacrifici: “Ho lavorato duramente per cinque anni, ho lavorato sodo, ho fatto gavetta e ho ottenuto un ritorno forte. E adesso sono nell’età dell’oro. Sul set c’era una bella energia, si è creato un bel clima che ha coinvolto non solo me ma tutto il team. E siamo stati ripagati dal feedback molto positivo da parte del pubblico. In questo periodo ho imparato molto. Ad esempio, ho imparato a domare l’emozione, perché all’inizio era troppo intensa e mi bloccavo“.

La difficile infanzia di Demet Ozdemir

Nel corso della lunga intervista per il periodico DayDreamer, Demet Ozdemir ha parlato di Izmir, una cittadina dove è cresciuta e dove ha potuto sperimentare la libertà. Tuttavia la sua adolescenza si è interrotta in modo brusco. “Ho cominciato a lavorare all’età di 15-16 anni, in giovane età. Non ho potuto vivere l’adolescenza come quella degli altri”, ha confessato l’attrice.

Quest’ultima lavorava mentre i suoi amici andavano al cinema. In questo ultimo periodo ha interpretato personaggi di 20, 22, a volte 18 anni e le hanno permesso di vivere i panni di una ragazzina. “In generale sono sempre stata vista come una persona insofferente, ma ho scoperto quanto in realtà io sia paziente proprio con la recitazione. Inoltre ho imparato a essere più aperta nei confronti degli altri, a esprimere le cose positive e negative in modo migliore. Recitare, in realtà, mi ha insegnato tanto”, ha raccontato la collega di Can Yaman.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)