L’annuncio di Prada: niente più accessori con pelle di canguro

Prada pelle di canguro
prada pelle di canguro

Il gigante italiano della moda Prada ha annunciato che smetterà di usare la pelle di canguro per realizzare i suoi prodotti in pelle. Le case di moda, in particolare in Italia, preferiscono usare il canguro rispetto a mucche o capre perché è più forte. L’organizzazione per i diritti degli animali LAV ha guidato la battaglia per togliere l’animale dalla lista e Prada ha finalmente accolto la cosa.

L’annuncio di Prada con comunicato ufficiale

In una dichiarazione sul suo sito web , LAV ha scritto: “Dopo Diadora e Versace, anche il Gruppo Prada (PRADA, MIU MIU, CHURCH’S, CAR SHOE) ha risposto al nostro appello a fermare l’uso della pelle di canguro. In una nota, la società ha dichiarato che il Gruppo Prada non ha più intenzione di acquistare nuove pelli di canguro e conferma il non utilizzo di questo materiale nelle collezioni da oltre un anno”.

LAV e PETA hanno chiesto a marchi come Prada di passare a alternative vegane, soprattutto dopo che i devastanti incendi boschivi in ​​Australia hanno visto miliardi di animali come canguri spazzati via. Ogni anno in Australia vengono uccisi circa 2,3 milioni di canguri per scopi commerciali. Le organizzazioni dicono che gli animali non dovrebbero essere trattati in questo modo e meritano rispetto.

Il direttore dei progetti aziendali di PETA, Yvonne Taylor, ha dichiarato: “Dietro ogni accessorio realizzato con pelle di canguro o altre pelli esotiche c’è un animale senziente che è morto di una morte orribile. La decisione del Gruppo Prada risparmierà ai canguri immense sofferenze – e PETA chiede all’azienda di estendere la sua compassione a tutti gli animali esotici”.

Anche altre case di moda si adattano alle richieste degli animalisti

L’annuncio di Prada segue la stessa decisione presa da Versace all’inizio di quest’anno.
Il portavoce della LAV Simone Pavesi ha dichiarato: “Abbiamo contattato Versace tramite e-mail. Così ci hanno confermato che nel 2019 hanno smesso di usare la pelle di canguro. Accogliamo questo come un segno di responsabilità, oggi più che mai. Gli incendi che stanno devastando l’Australia si aggiungono ai massacri della caccia. Il tutto con conseguenze drammatiche per la popolazione dei canguri”.

Gli animalisti hanno mostrato alle aziende immagini e video di come i canguri vengono uccisi in modo così brutale. Hanno capito la gravità della situazione e forse hanno preferito non dare troppo risalto al fatto che stavano usando la pelle di canguro. L’azienda italiana si è impegnata a interrompere l’uso della vera pelliccia nel 2018. La stessa Donatella Versace ha promesso di darci un taglio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!