Bimbo morto a Modica: il patrigno scriveva minacce di morte

Il piccolo Evan
Il piccolo Evan

Salvatore Blanco, patrigno del piccolo Evan, avrebbe scritto minacce di morte in alcuni sms indirizzati al papà del bambino, Stefano Lo Piccolo. In un messaggio divulgato dal Secolo XIX si legge: La residenza devi togliere. T’ammazzo”Evan è il bimbo di 21 mesi morto a Modica.

Innumerevoli e implacabili le polemiche sulla sua fine. La causa del decesso, trauma cranico, risulterebbe essere compatibile con un’aggressione violenta. Aggressione che sarebbe comprovata da una moltitudine di segni che il povero Evan portava sul corpo. Per il decesso di Evan sono stati arrestati Salvatore Blanco e la sua compagna 23enne, Letizia Spatola, madre della piccola vittima.

Modica, Evan è morto a causa di un trauma cranico

Il piccolo Evan è morto a causa di un trauma cranico. A rivelarlo l’autopsia effettuata sul corpicino. Le indagini stanno riportando una condotta simile a quella già vista nel caso di Giuseppe Cardito. Secondo le ipotesi da parte degli inquirenti, Evan sarebbe stato ucciso perché stava piangendo troppo. I sospetti cadono proprio su Salvatore Blanco, compagno della madre e patrigno del bambino. Si è proceduto, dunque, all’arresto dell’uomo e di Letizia Spatola. Una morte, quella del piccolo Ivan, che fa indignare, non fosse solo per le vessazioni subite dal bimbo testimoniate dal suo stesso papà, Stefano Lo Piccolo, tramite alcune foto scattate dalla nonna.

La madre di Evan chiede giustizia

Il gip di Ragusa ha ascoltato Letizia Spatola nelle ultime ore. Era stata proprio la donna a portare Evan al pronto soccorso. Come leggiamo da The Social Post, la 23enne è stata arrestata in seguito ad alcune menzogne da parte sua per giustificare le condizioni critiche del figlioletto. Ora Letizia chiederebbe giustizia per il bimbo. Alla fine, la donna è stata costretta a rivelare le prepotenze subite dal compagno Salvatore Blanco.

Esposto protocollato dalla procura di Genova

Un caso che fa rabbrividire e che ha come protagonista un bimbo di soli 21 mesi. Tuttavia, il padre di Evan aveva già presentato una denuncia. Stefano Lo Piccolo nutriva infatti da tempo sospetti circa l’indole di Salvatore Blanco. Tuttavia, la procura di Genova ha rigettato le accuse su non aver girato l’esposto alle autorità competenti siciliane.

Francesco Pinto, procuratore aggiunto di Genova, ha dichiarato: “Non appena il 6 agosto abbiamo ricevuto l’esposto di Lo Piccolo lo abbiamo protocollato e inviato il giorno successivo a Siracusa via posta”. A confermare come la denuncia fosse stata presa in carico dagli uffici è stato il primo cittadino di Rosolino (città in cui viveva Evan) Giuseppe Incatasciato, che però non ha potuto aggiungere altro, poiché “c’è un’inchiesta”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!