La protesta di Antonio Moriconi di UeD: ‘Non posso fare il tampone’

Antonio Moriconi

La protesta di Antonio

Uomini e Donne, per la gioia dei fan, riprenderà le registrazioni delle puntate a partire da giovedì 27 agosto. I telespettatori non vedono l’ora di scoprire cosa sia accaduto tra Gemma Galgani e Nicola Vivarelli. Nelle ultime ore sono molti vicini ad alcuni partecipanti del programma in seguito alla comunicazione di una triste notizia.

Giulia Latini, Andrea Melchiorre, Vittoria Deganello, Nilufar Addati e Daniele Schiavon hanno riferito di essere risultati positivi al Covid 19. L’hanno scoperto dopo essere tornati dalla Sardegna. Dato che si sono incontrati a diverse serate nei locali del posto, era alta la probabilità di un contagio. Con loro c’era anche Antonio Moriconi, la non scelta di Teresa Langella. Quest’ultimo è stato ignorato dalle strutture sanitarie della sua città, quindi ha avuto inizio una protesta.

‘Sono stato in contatto con gente positiva’

La protesta di Antonio è stata fatta con l’utilizzo del web. In poche parole l’ex corteggiatore di Teresa ha trascorso le vacanze in Sardegna con tanti volti noti del programma. Una volta rientrato, ha saputo della positività dei suoi compagni di viaggio. Per questo motivo ha deciso di mettersi volontariamente in isolamento e allo stesso tempo ha chiesto di sottoporsi al tampone.

Tale richiesta non è stata esaudita, dato che nessuno si è recato da lui per verificare lo stato di salute. Per il ragazzo è inammissibile ricevere un simile trattamento, poiché è stato a contatto con persone che adesso stanno vivendo la quarantena forzata. La maggior parte dei follower sostengono la sua lamentela, anche perché potrebbe andare in giro senza dire nulla.

Invece, essendo una persona responsabile e matura come ha già dimostrato ai tempi del trono, non se la sente di mettere in pericolo il prossimo. Ha ammesso di non aver alcun sintomo, ragion per cui chi lo segue può stare al momento tranquillo.

Le vacanze in Sardegna finite male

La protesta di Antonio sta circolando sui social in parallelo alle critiche degli italiani sulla scelta di non rinunciare alle vacanze. Quest’anno tutti potevano fare un sacrificio e restare nelle proprie case. Purtroppo molti sono andati in Sardegna e risultano al ritorno positivi. La situazione ha allarmato al punto tale da chiedere test rapidi a tutti coloro che tornano dall’isola. In questo modo si cercherà di evitare un ulteriore diffusione del Coronavirus nel territorio italiano.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Maria Giordano: Mi chiamo Maria Giordano, ho 30 anni e sono laureata in Filologia Moderna presso l'Università Federico II di Napoli. Attualmente esercito la professione di docente presso una scuola nella zona periferica della mia amata città. Amo ballare, leggere e disegnare.