Donna dichiarata morta dai paramedici si risveglia alle pompe funebri

Una donna dichiarata morta dai paramedici si è improvvisamente risvegliata.  La giovane americana di 20 anni è stata trovata viva dai dipendenti di un’impresa di pompe funebri dopo aver subito un arresto cardiaco, aver ricevuto la RCP, quindi essere stata dichiarata morta dai paramedici.

Donna dichiarata morta: episodio bizzarro in Michigan

La donna è stata trovata che non respirava e non rispondeva più agli impulsi nella sua casa a Southfield, nel Michigan. Il ritrovamento è avvenuto domenica mattina presto. I paramedici dei vigili del fuoco di Southfield hanno trascorso mezz’ora a cercare di rianimare la donna, ma dopo aver eseguito la RCP e una serie di altre tecniche salvavita, non sono riusciti a salvarla.

L’hanno portata al pronto soccorso di un ospedale locale, dove anche i medici del pronto soccorso hanno esaminato i dati e l’hanno dichiarata morta. Quindi, l’ufficio del medico legale ha rilasciato il corpo alla sua famiglia, per cui l’hanno trasportata alla James H Cole Home for Funerals a Detroit.

L’allarme dei funzionari delle pompe funebri

Tuttavia, il personale dell’obitorio ha notato che era viva e ha chiamato i paramedici che l’hanno riportata in ospedale. Al momento della scoperta, il suo battito cardiaco era di soli 80 battiti al minuto. AttualAttualmente resta ricoverata in ospedale in prognosi riservata.

Secondo la dichiarazione del capo dei vigili del fuoco di Southfield Johnny Menifee, i paramedici che hanno risposto alla chiamata iniziale hanno eseguito la RCP e altri “metodi di rianimazione della vita” ma non sono riusciti a ottenere una risposta. Qualche giornale locale ha riferito che alcuni dei primi soccorritori sulla scena hanno visto la donna muoversi e respirare, ma i paramedici hanno detto che si trattava solo di effetti collaterali del farmaco che le era stato somministrato.

Sempre secondo i rapporti compilati, i tecnici medici di emergenza dell’ospedale hanno seguito le loro procedure standard e hanno contattato un medico del pronto soccorso prima di leggere i dati medici e dichiarare la giovane donna morta. All’arrivo all’impresa di pompe funebri, il personale si è subito reso conto che era ancora viva e respirava. I paramedici sono tornati e l’hanno portata di corsa in ospedale.

Dave Fornell, vice commissario presso i vigili del fuoco di Detroit, ha dichiarato: “Non potevamo crederci”.
L’agenzia di pompe funebri ha detto di essere contenta di questo miracolo. Oggi i loro pensieri e le loro preghiere sono rivolte a questa giovane donna e la sua famiglia. Attualmente non si conoscono le condizioni della giovane.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!