Nilufar Addati: “Troppa spensieratezza”, ecco come ha preso il virus

Nilufar Addati

Nilufar Addati è a Napoli, momenti indimenticabili prima e dopo la vacanza

Nilufar Addati, è ritornata dalla Sardegna ed è andata diretta a Napoli, la sua città. La ragazza era del tutto inconsapevole di essere positiva al coronavirus. In Sardegna ha trascorso delle vacanze indimenticabili, è stato per lei il periodo più bello degli ultimi mesi anche se è durato poco.Soprattutto dopo la quarantena da marzo a giugno ne aveva bisogno, però è ritornata con l’amaro in bocca. Una volta giunta a casa ha deciso di sottoporsi al test ed ha scoperto di essere positiva.

D’altronde non poteva che essere così, dato che le persone con le quali ha trascorso i giorni di festa e vacanza hanno fatto il tampone e hanno scoperto di essersi ammalati. Per lei è stato un fulmine a ciel sereno, soprattutto perché stava benissimo, proprio come tutti gli altri che stanno vivendo i 15 giorni di quarantena a casa propria. Sono stati e sono tutti asintomatici. I primi sintomi per l’ex tronista sono arrivati soltanto 24 ore dopo il test.

Nilufar Addati, prima nessun sintomo, adesso sensazioni strane

Nilufar Addati ha raccontato di avere iniziato ad avere paura soltanto a distanza di 24 ore dal test, perché ha accusato febbre, mal di testa, perdita di olfatto e gusto. Poi infatti è arrivato l’esito ed ha scoperto di avere ragione. Dà la colpa a tutti coloro che hanno trascorso le vacanze come lei in totale spensieratezza, forse ammettendo tra le righe di aver commesso qualche errore.

Sono stati 5 giorni bellissimi che però le hanno lasciato un regalo indesiderato. Adesso sta trascorrendo tutta la giornata chiusa in casa, nella sua camera, sta evitando di avere contatti di qualunque genere con i familiari per evitare di metterli a rischio. Poi ne ha approfittato anche lei come molti altri personaggi pubblici per fare un appello ai follower e raccomandare di essere in allerta.

Bisogna fare attenzione, ecco cosa raccomanda l’ex tronista

Questo è il momento più importante, quello durante in quale non bisogna abbassare la guardare e stare sempre attenti ad ogni dettaglio. Per esempio, dice, la mascherina è fondamentale, i numeri dei contagi stanno crescendo e la situazione peggiora di giorno in giorno.

L’Italia non può permettersi di attraversare nuovamente un periodo difficile come quello terminato a giugno. Un po’ di attenzione e cautela in più da parte di tutti potrebbe aiutare. Nelle sue stesse condizioni anche Andrea Melchiorre che diversamente da lei ha scelto di rimanere in Sardegna.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Giusy: Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.