Lucifer 5: nella seconda parte verrà svelato il segreto di Michael

I produttori della fortunata serie tv hanno svelato che nella seconda parte verrà approfondita molto bene la storia di Michael, il gemello cattivo di Lucifer

Lucifer 5: il successo della prima parte

Lucifer è una serie statunitense sviluppata da Tom Kapinos basata sull’omonimo fumetto. Parla del diavolo in persona, Lucifer Morningstar (interpretato da Tom Ellis) che si stanca dei suoi doveri all’Inferno e decide di trasferirsi a Los Angeles e aprire un Night Club. Nella città conoscerà la detective Chloe Decker (Lauren German) e diventerà un collaboratore della polizia.

La serie ha una storia un po’ particolare. Dopo la terza stagione è stata cancellata da Fox, ma dopo le petizioni dei fan e l’intervento dell’attore protagonista, Netflix ha deciso di salvarla. La piattaforma streaming ha, quindi, realizzato una quarta stagione che doveva essere l’ultima ma l’affetto dei fan è stato tale da convincere Netflix a realizzare una quinta e poi anche una sesta stagione (questa volta l’ultima davvero).

La quinta stagione è stata divisa in due parti e la prima parte è arrivata su Netflix il 21 agosto. Inutile dire che è la serie più vista di queste settimane. I fan non aspettavano altro e sono rimasti sorpresi dalla comparsa del gemello cattivo di Lucifer, l’arcangelo Michael. Lui ha cercato di fingersi Lucifer per prendersi la sua vita ma il suo giochetto è durato molto poco. Nel midseason finale si è arrivati ad uno scontro tra Lucifer, Amenadiel e Michael.

Il segreto di Michael

Ovviamente l’interprete di Michael è sempre Tom Ellis, che ha fatto un grandissimo lavoro di recitazione per poterlo interpretare. Infatti, Michael è completamente diverso da Lucifer. L’attore ha collaborato con i produttori per i tratti caratteristici del gemello cattivo e la sua interpretazione magistrale ha fatto letteralmente odiare Michael.

Lucifer è affascinante, solare, divertente, non mente mai, elegante. Michael, invece, veste in modo molto discutibile, è subdolo, manipolatore. Inoltre, c’è un tratto che lo contraddistingue in modo particolare: il modo in cui cammina avendo un difetto alla spalla che lo rende ancora più macabro.

Ebbene, tutto questo è voluto. I produttori di Lucifer Ildy Modrovich e Joe Henderson hanno spiegato che quel tratto distintivo non è fatto a caso. Anzi, hanno lavorato molto a questo aspetto e c’è una storia molto particolare. Questa verrà rivelata nella seconda parte della stagione. Ovviamente il Coronavirus ha rallentato i lavori e la seconda parte deve ancora essere girata. Forse la vedremo su Netflix all’inizio del 2021.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!