Trovati morti 11 elefanti in Zimbabwe: mistero sul decesso

trovati morti 11 elefanti in Zimbabwe

Tragica sorte per alcuni pachidermi ha portato gli addetti ad aprire un’inchiesta per lo spiacevole episodio. Sono stati infatti trovati morti 11 elefanti in Zimbabwe nei pressi della foresta. Le carcasse si trovavano nella foresta di Pandamasue, fuori dal parco nazionale di Hwange, vicino al confine con il Botswana.

Le ipotesi sugli 11 elefanti in Zimbabwe morti

Attualmente è in corso una indagine. La Zimbabwe National Parks and Wildlife Management Authority (Zimparks) è convinta che la loro morte abbia avuto luogo a causa dell’antrace. L’organizzazione di ricerca e difesa CNRG ha condiviso alcune immagini di un elefante trovato morto. Tinashe Farawo, portavoce di Zimparks, ha affermato che a seguito delle indagini preliminari sia il bracconaggio che l’avvelenamento da cianuro, che sono prevalenti all’interno e intorno al Parco nazionale di Hwange, sono stati esclusi.

Parlando del tragico caso, Farawo ha detto: “Possiamo confermare che 11 elefanti sono stati trovati morti e stiamo indagando sulle cause della morte. Le nostre indagini preliminari hanno escluso il bracconaggio e l’avvelenamento da cianuro perché le zanne sono intatte e nessun’altra specie animale ha voluto avvicinarsi alle carcasse, compresi gli avvoltoi.

Sospetto antrace per la morte dei pachidermi

Zimparks sospetta che l’antrace, secondo anche il parere dei medici veterinari, sia la causa di tutto . Attualmente i campioni dei cadaveri si trovano in laboratorio e si aspettano i risultati. Gli animali colpiti sono subadulti con l’aggiunta di vitelli e sono morti tutti in prossimità di corpi idrici.

La speranza è che le indagini determineranno se le morti di elefanti sono legate o meno a quelle in Botswana all’inizio di quest’anno. A luglio, oltre 350 elefanti sono stati trovati morti nel nord del paese. All’epoca, gli scienziati descrissero l’evento come un “disastro della conservazione”, con la causa della morte ancora sconosciuta.

I primi decessi hanno avuto segnalazione all’inizio di maggio, ma quando la cifra è salita a 169 elefanti entro la fine del mese, gli scienziati hanno iniziato ad allamrmarsj. Il numero era più che raddoppiato a metà giugno, con fonti locali che affermavano di ritenere che circa il 70 per cento dei decessi si fosse verificato vicino alle pozze d’acqua.

Le ipotesi varie degli esperti

Parlando con The Guardian , Niall McCann, direttore della conservazione presso l’ente benefico National Park Rescue con sede nel Regno Unito, ha dichiarato: “Questa è una morte di massa a un livello che non si vedeva da molto, molto tempo. Al di fuori di siccità, non sono a conoscenza di una morte così significativa”. Hanno anche riferito che, nonostante le grandi quantità di carcasse, altri animali non le avevano toccate, suggerendo che le morti dipendano da un avvelenamento.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: