Viviana Parisi: nei messaggi al padre esternava il suo malessere

Viviana Parisi e Gioele

Prima di morire, Viviana Parisiaveva inviato alcuni messaggi al padre in cui chiede aiuto e afferma di stare male. La donna era scomparsa nei boschi di Caronia assieme al figlioletto Gioele lo scorso 3 agosto, dopo aver avuto un incidente automobilistico nella galleria della Palermo-Messina.

Quello è stato l’ultimo momento in cui sono stati avvistati ancora in vita. Il cadavere di Viviana è stato trovato alcuni giorni dopo, l’8 agosto. In seguito, alcuni volontari hanno ritrovato anche il corpicino del piccolo Gioele.

Viviana Parisi: dinamiche dell’incidente da accertare

Ancora non sono chiare le dinamiche dell’incidente, né tantomeno la gravità del sinistro. Come leggiamo da Yes Magazine, è possibile che in esso Gioele possa essere rimasto ferito, se non ucciso. Mentre proseguono gli accertamenti sui resti, si continua a indagare sul cellulare di Viviana Parisi e sull’auto che guidava. Intanto, sono stati resi noti altri elementi che confermerebbero l’instabilità psichica della donna. Oltre ad alcuni certificati medici, spuntano anche degli sms inviati al padre in cui la donna chiede aiuto. I messaggi in questione risalgono allo scorso 21 luglio.

Troppi misteri

Ancora misteri sul caso di Caronia, che vede coinvolti Viviana Parisi e il figlioletto Gioele. Gli inquirenti continuano a indagare senza ignorare alcuna pista. Intanto, nelle ultime ore sono stati resi noti alcuni sms indirizzati al padre, in cui Viviana avrebbe esternato il suo malessere. Tali messaggi lasciano ipotizzare una possibile azione di omicidio-suicidio da parte della donna. Tuttavia, i famigliari escludono che Viviana possa aver fatto del male al figlio, che tanto amava.

Viviana Parisi stava vivendo un periodo difficile. Pensava di essere pedinata e, a tutto questo, bisogna aggiungere anche una presunta crisi mistica. A tutto ciò si aggiungono anche i messaggi in cui la dj 43enne racconta dei suoi stati d’animo, chiedendo perdono per i suoi momenti di sconforto.

In tali messaggi, Viviana cita anche Gioele, affermando che lui è la fonte da cui trae la forza per andare avanti. In uno dei messaggi è possibile leggere, infatti: “Ci sono momenti in cui quando esco di casa mi sento bene altri no ma se penso al mio dolce bambino divento forte come lo sono sempre stata…”.

Malumori e conflitti interiori

La rivista settimanale Giallo ha ricostruito i messaggi di Viviana Parisi. Ciò che afferma in essi lascerebbero intendere lo stato d’animo della 43enne, certificato anche da dichiarazioni mediche, così come i suoi momenti no (che erano aumentati negli ultimi tempi) e i suoi conflitti interiori. Ulteriori indagini potrebbero accertare se e come tali stati d’animo possano aver pesato nella dinamica di scomparsa (e morte) di Viviana Parisi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Marco Della Corte: