Giulia De Lellis risponde alle critiche dopo aver sfilato con l’acne: ‘Sono umana anch’io, è stato difficile ma volevo mandare un messaggio’

Giulia De Lellis
Giulia De Lellis

In molti si sono scagliati contro l’influncer per essersi truccata e aver nascosto l’acne. Ma ecco come ha replicato Giulia De Lellis

Giulia De Lellis sfila a Venezia con l’acne: le critiche

Giulia De Lellis è un’ex corteggiatrice di Uomini e Donne che ha avuto il suo lieto fine nel programma. Infatti, Andrea Damante l’ha scelta e la loro storia d’amore ha appassionato milioni di telespettatori. Dopo tre anni di relazione si sono lasciati per un tradimento di lui, poi si sono riavvicinati e ripresi più volte. L’ultima appena prima del lockdown ma pare che adesso siano di nuovo al capolinea.

Oltre a far parlare di sè per le sue vicende amorose, Giulia è un’influencer di successo, seguita da quasi 5 milioni di follower su Instagram. Per questo ha sfilato sul Red Carpet di Venezia.

Chi la segue sa che lei combatte da anni con l’acne. Tuttavia, ha deciso di sfilare ugualmente mostrandosi con quel “difetto” della pelle. Se da una parte è stata apprezzata e su di lei sono stati scritti decine di articoli come esempio del movimento skin positivity, per molti ha cercato di nascondersi dietro al trucco e quindi di esempio non si può parlare.

La replica

Un utente le ha scritto, come già anticipato, che non è affatto un esempio di skin positivity dal momento che ha coperto l’acne con “lo stucco” e poi sui social carica foto photoshoppate. Ebbene, Giulia De Lellis prima ha scritto che “meglio con l’acne che vestita di così tanta cattiveria“, poi è scesa nel dettaglio.

Per lei l’acne è un motivo di insicurezza e di sofferenza. “Sono umana anch’io e non è facile parlarne“, ha detto Giulia pur riconoscendo che ci sono problemi più gravi di questo. Sta provando diverse cure ma non riesce a trovare nulla che risolva la cosa. Fino alla mezzanotte del giorno prima si è interrogata sul fare o non fare il Red Carpet, ma poi ha detto che poteva essere di esempio.

Infatti, poteva convincere le persone che la seguono a non vergognarsi e ad uscire lo stesso anche con “qualche bollicina in più“. Per quanto riguarda il fatto del trucco o del photoshop, ha detto: “Ma vi pare presentarsi a Venezia in tuta o con i capelli arruffati? Vi pare che in una foto per un lavoro possa mettere in primo piano i brufoli?”, ma questo è un altro discorso.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!