Chef Rubio, nuovo affondo contro Matteo Salvini: “I tuoi figli si vergogneranno di te” (FOTO)

Chef Rubio

Chef Rubio tuona contro Matteo Salvini

E’ risaputo che a Chef Rubio non va a genio Matteo Salvini. Infatti, in questi ultimi anni, soprattutto quando il Leader della Lega era al Governo giallo-verde, il noto cuoco si è scagliato contro di lui per via dell’immigrazione. Nelle ultime ore l’ex conduttore di camionisti in trattoria ha voluto replicare al tweet che il segretario del Carroccio ha condiviso sul suo account Twitter.

La vicenda riguarda ancora una volta gli sbarchi dei profughi irregolari, il cui blocco secondo l’ex vicepremier proteggerebbe gli italiani e gli immigrati regolari. “Bloccare gli sbarchi significa proteggere gli italiani e anche i tanti immigrati, regolari e perbene, che vivono con noi”, ha scritto il Senatore sul noto social network. (Continua dopo il post)

La replica di Gabriele Rubini al leader della Lega

Ma le dichiarazioni di Matteo Salvini non sono piaciute per niente a Chef Rubio. Infatti, il noto cuoco ha puntato il dito contro il leader della Lega precisando che chi è regolare ha avuto santi in paradiso oppure ha superato lunghe trafile burocratiche. In ogni caso sono arrivati nel nostro Paese in maniera irregolare.

“Chi è regolare è perché ha avuto santi in paradiso o ha superato trafile burocratiche lunghe anni, ma è venuto in maniera irregolare perché da anni ormai avete reso irregolari i viaggi e il lavoro. Stai scrivendo cazzate su cazzate, i tuoi figli si vergogneranno di te e per te”, ha tuonato l’ex conduttore di Camionisti in trattoria su Twitter.

L’affondo dell’ex regbista

Ma lo sfogo di Gabriele Rubini, in arte Chef Rubio non è di certo terminato così. L’ex rugbista ha concluso il suo intervento con una vera e propria stoccata contro l’ex ministro degli Interni Matteo Salvini. “I tuoi figli si vergogneranno di te e per te”, ha scritto il conduttore di Frascati. Di certo nelle prossime ore il leader della Lega Nord molto presto replicherà alle sue accuse.

Nel frattempo, l’ex padrone di casa di Camionisti in trattoria si è anche schierato apertamente contro Israele, sempre sul suo account Twitter: “La cosa schifosa di Israele è che dalla sua imposta e dannosa esistenza, dal 1948 non ha mai ammesso nessun crimine di cui si è macchiato, ed è lo stesso identico atteggiamento dei politici che mai ammettono di aver sbagliato. Qui si spiega come mai siano allineati nelle menzogne”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!