Sugar, cane avvelenato il giorno prima dell’adozione

sugar

In questi giorni di febbrile agitazione per gestire la richiesta di un contraddittorio antivivisezionista che la tv non vuole dare (leggi qui) , noi di KontroKultura non dimentichiamo tutti i piccoli grandi casi di ingiustizia che gli animali subiscono ogni giorno. Questa è la straziante storia di Sugar, cane avvelenato il giorno prima di partire per la sua nuova famiglia.

sugar

 

“Speriamo che questo messaggio arrivi a chi ha fatto questo… non avrai rimorsi di coscienza e questa notte sicuramente dormirai sereno perché sei una bestia… sappi però che prima o poi le cose cambieranno, qualcuno avrà il coraggio di parlare per non essere più una pecora, per poter essere orgoglioso della sua Sicilia… prima o poi il sud si sveglierà e smetterà di essere strumentalizzato da chi come te è senza palle e dimostra la propria NON forza sulla loro pelle. 

Prima o poi ti capiterà di render conto a chi non è un cane senza difese… ma uomo pensante e con carattere da vendere.
Prima o poi l’esasperazione di chi crede al diritto della vita, metterà te e chi è come te in un angolo”.

Di storie tristi che riguardano i nostri amici animali, ce ne sono talmente tante che nemmeno le infinite pagine di wordpress basterebbero a raccontarle tutte. Sugar era un cucciolo di circa un anno, vittima della piaga aberrante dell’abbandono estivo. Il piccolo cagnolino vivace era stato salvato dai volontari e si trovava in stallo, curato e coccolato da alcune volontarie di Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina. Solo lo scorso 1° febbraio, le volontarie della pagina facebook Ohana (che significa “famiglia” con l’auspicio che tutti i cani abbandonati possano trovare una casa) avevano annunciato a gran voce che Sugar era stato adottato! Quando un cane trova famiglia, dopo preaffidi e controlli, dopo avere esaminato attentamente ogni richiesta per avere la certezza che l’animale trovi una casa definitiva piena di amore e attenzioni, per le volontarie è una vittoria infinita. Sugar aveva trovato un suo posto, stava per iniziare una nuova vita, per mettersi in viaggio con la sua staffetta che lo avrebbe portato dai suoi nuovi amici umani. La cattiveria umana però, non ha limiti, come la nera ironia della sorte. Sugar è stato avvelenato, probabilmente con un boccone lanciato dentro il suo recinto dove le volontarie lo credevano al sicuro. La sua ultima notte da ‘trovatello’ è stata anche l’ultima della sua vita. Tutto sembra congiurare per far perdere d’animo volontari e attivisti che giorno e notte dedicano la vita per salvare esseri indifesi dalla barbarie e dall’abbandono. Ma se c’è una cosa che gli attivisti che noi tutti conosciamo non fanno mai è mollare. Con la morte nel cuore ma anche con tanta rabbia, le volontarie messinesi hanno lanciato il proclama che leggete all’inizio dell’articolo, chiamando a raccolta tutti i volontari d’Italia per una protesta solenne e coordinata.

Nel nostro piccolo sfruttiamo il nostro lavoro per aiutare il piccolo ad avere giustizia, sperando che vengano sempre più puniti e severamente reati tanto infami.

Valentina Rubini – Le metamorfosi di K

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Articolo precedenteFabio Alisei lascia Radio Deejay: dove andrà?
Articolo successivoUeD: Andrea Cerioli e Valentina Rapisarda, un post su fb e…
e Metamorfosi di K è un nuovo servizio che vende idee. Attraverso la costruzione di una profonda empatia con il cliente e una assoluta tutela della riservatezza dello stesso, creiamo su commissione: slogan titoli trovate pubblicitarie lettere formali lettere informali per ogni occasione (d'amore, di scuse, di ringraziamento, di auguri etc.) articoli comunicati stampa recensioni di film, libri, riviste, eventi culturali, fiere etc. saggi elaborazioni di progetti soggetti cinematografici e teatrali favole originali e personalizzate testi per canzoni poesie e ogni altra forma di scrittura creativa. Forniamo anche consigli e supporto per stesura di temi e tesi correzione formale di elaborati già scritti.Informazioni generali contatti: [email protected] cell: 3391396181I nostri ghost writer:LA BLATTA: laureata in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l'Università Cattolica di Milano, scrittrice e drammaturga, articolista freelance, esperta in educazione all'ecosostenibilità, dieta e cultura vegan e animalismo.LA TERZA GEMELLA: attrice, drammaturga, regista, sceneggiatrice, educatrice professionale esperta in pedagogia e letteratura per l'infanzia, direttrice artistica, organizzatrice di eventi culturali.