AresGate, svelata l’identità di lucifero: Adua potrebbe essere in pericolo

Aresgate

Nuovi sconvolgenti dettagli sull’AresGate

Ormai non si parla d’altro. Dopo il caso Prati Gate adesso ci ritroviamo a parlare di un altro sconvolgente avvenimento, denominato AresGate.  Tutto è iniziato da Massimiliano Morra e Adua Del Vesco. I due attori,concorrenti attuali de Il Grande Fratello Vip,  durante un confronto sul loro passato, hanno iniziato a parlare di un periodo difficile della loro vita.

Un periodo definito sotto alcuni punti di vista “una setta”, con a capo un personaggio molto cattivo. La coppia si sarebbe sentita manipolata da una persona che riusciva ad avere una grande influenza su di loro, tenendoli rilegati in una “gabbia d’oro”, come loro stessi l’hanno definita. Nelle ultime ore, accanto alle loro dichiarazioni si sono aggiunte altri attori  molto famosi che hanno quasi confermato le loro parole. Vediamo nei dettagli cosa hanno detto.

Adua e Massimiliano nell’occhio del ciclone

Il caso è stato definito Aresgate e ogni giorno purtroppo ci sono dettagli inquietanti alla vicenda. Forse Adua e Massimiliano non si aspettavano che le loro parole avessero una tale risonanza, ma ormai tutti ne parlano e anche altri vip hanno deciso di dire la loro al riguardo. Stiamo parlando di Nancy Brilli, Eva Grimaldi, Giuliana De Sio e anche Lorenzo Crespi. Le prime attrici, come ben tutti hanno hanno collaborato sia con Massimiliano che Adua in varie fiction televisive e pare siano a conoscenza di alcuni fatti davvero strani.

Nancy Brilli ha dichiarato di non avere rapporti con Alberto Tarallo e che è stata eliminata da un giorno all’altro dalle produzioni. C’erano persone che non mi piacevano, la gestione non era chiara. Mi è stato consigliato di fidanzarmi con un attore. Non mi è parso il caso. Eva Grimaldi invece ha risposto con un No comment. Giuliana De Sio è stata più chiara:Una volta sul lancio di una fiction mi hanno chiesto di fingere un flirt, ho rifiutato e mi sono messa a ridere. 

Svelata l’identità di Lucifero

Dagospia è riuscito a risalire all’identità di ‘Lucifero’ citato da Adua e Massimiliano, ovvero il ‘male supremo’ che li avrebbe in qualche modo incastrati in quella che i quotidiani hanno chiamato ‘setta’. Si tratterebbe di Alberto Tarallo, sceneggiatore e produttore della Ares Film, per 19 anni il compagno (nella vita privata e nel lavoro) di Teodosio Losito. Quest’ultimo si è suicidato a gennaio dello scorso anno, una morte che ha scioccato Adua e che ha etichettato come ‘istigazione al suicidio’. Parlando di ‘Lucifero’, Adua ha detto: “C’è stato un periodo che me lo sognavo, mi abbracciava con quel suo sorriso e mi pugnalava nella schiena”.

L’appello di Lorenzo Crespi

Dopo le parole delle attrici sull’AresGate, anche Lorenzo Crespi ha voluto dire la sua: “La storia di Adua è una storia triste, orrenda, vera, che inizia verso la fine degli anni 80 inizio anni 90, coinvolge tutti. Trent’anni di Mediaset, fiction, spettacoli, uomini potentissimi, politici… L’unica cosa che vi chiedo è gentilmente se iniziate ad indagare fate sì che questa ragazza quando esce dal GFVIP venga messa subito sotto protezione. Potrebbe essere in pericolo, questo signor Lucifero ne ha fatte di tutti colori ma era coperto dalla solita famiglia… la sua produzione era una lavatrice!”
Sul web non si parla d’altro.
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!