Ligabue sbotta sul falso bacio gay: “Userei le catene contro qualcuno, le fake news fanno danni a tutti” (FOTO)

ligabue

Lo scoop di Dagospia

La settimana scorsa Dagospia ha condiviso uno scoop contenente uno scatto di un uomo brizzolato mentre era impegnato a baciare sulla bocca un’altra persona di sesso maschile. Ovviamente in tanti hanno iniziato a fare toto-scommesse per capire chi fossero i diretti interessati. In molti, però, hanno iniziato a sospettare che il soggetto a sinistra della foto fosse Ligabue.

E’ davvero lui? Sul sito di Roberto D’Agostino, il giornalista Giuseppe Candela ha scritto: “Chi è questo famosissimo e assai macho cantante italiano, pizzicato a limonare con passione alla Stazione Centrale di Milano con un virile maschione che non riusciva a controllare le sue mani tanto da strizzargli il culo con cupidigia? L’artista è noto per il suo successo con le donne, ed è considerato da sempre un sex symbol”.

Poi il professionista ha fatto sapere che le foto in questione fanno parte di una serie di scatti rubati da un paparazzo qualche giorno fa, che sta girando tra i direttori dei migliori giornali e periodici. “Chi pubblicherà per primo le immagini in chiaro, che sicuramente faranno molta cagnara?”, si legge sul portale.

Siparietto tra il rocker e Massimo Cotto

Come accennato prima, in tanti hanno creduto che quella persona brizzolata fosse il cantautore Luciano Ligabue. Per tale ragione, nella serata di domenica 11 ottobre 2020, il rocker, sul palco del Teatro Asioli di Correggio, ha replicato alle voci con un divertente siparietto realizzato in combutta con Massimo Cotto.

“Massimo, se comincio a fumare ti avviso prima, eh”, ha ironizzato il cantante. Ovviamente quest’ultimo alludeva alla sigaretta che il soggetto brizzolato tiene in mano nello foto in questione. A quel punto, senza giri di parole il giornalista e scrittore gli ha domandato: “Quindi non sei tu quello nella foto?” E Luciano ha replicato così: “No, non sono io”. (Continua dopo la foto)

Ligabua consiglia la gente a stare attenti alle fake news

Subito dopo l’atmosfera si è fatta più seria e Luciano Ligabue, rivolgendosi ai ragazzi presenti al Teatro Asioli di Correggio, ha detto: “Quello che voglio far sapere un po’ a tutti è che il danno delle fake news non è solo nei confronti di chi ci finisce in mezzo ma anche di chi leggendole finirà a capire sempre meno dove finisce la verità e dove comincia la balla. Vi consiglio di tenere sempre di più le antenne alzate, non c’è altro modo se volete avere la vostra visione del mondo vicino a una visione del mondo sana”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!