“Meglio fascista che fro**o”: Alessandra Mussolini non chiede scusa a Ballando con le Stelle

Alessandra Mussolini e la frase omofoba

In una puntata di Porta a Porta di Bruno Vespa andata in onda nel 2006, Alessandra Mussolini ebbe una forte discussione con Vladimir Luxuria urlandole contro la frase: “Meglio fascista che f**o”. Sono trascorsi quasi 15 anni e la frase incriminata è tornata magicamente sulla prima rete della tv di Stato.

Il tutto quando Fabio Canino, giudice di Ballando con le Stelle ha spiegato al pubblico per quale ragione provava del risentimento nei confronti della nipote del Duce, nonché concorrente del talent show condotto da Milly Carlucci. Ma andiamo a vedere cosa era accaduto tempo fa e le attuali dichiarazioni dei diretti interessati.

La ramanzina di Fabio Canino all’ex Parlamentare napoletana

Nella puntata di Ballando con le Stelle in onda sabato 17 ottobre 2020, il giurato Fabio Canino rivolgendosi all’ex Parlamentare ha detto: “La paletta è quella che conta, i giudizi sono in più. Se volete posso dare dei giudizi, ma qua non mi sembra il caso: su Alessandra Mussolini ho un’opinione veramente brutta, una donna che va in televisione e dice ‘meglio fascista che f***o’ per me è una cosa grave, poi se lei dice di aver sbagliato e chiede scusa possiamo diventare anche amici”.

Ovviamente la diretta interessata ha replicato, ma nonostante le sollecitazioni degli altri giurati, la donna non ha mai chiesto scusa limitandosi a dire che lei e Vladimir Luxuria hanno pronunciato delle parole che non avrebbero dovuto dire.

Lo sfogo di Alessandra Mussolini a Ballando con le Stelle 2020

Dopo la ramanzina a Ballando con le Stelle da parte di Fabio Canino, Alessandra Mussolini ha risposto così: “Io penso che dobbiamo fare uno spettacolo in un momento difficile e dobbiamo andare avanti, quello che è successo è successo.  C’era la famosa trasmissione, stavamo facendo un dibattito politico perché all’epoca Vladimir Luxuria faceva politica, stava nel PD. Quando uno dice ‘fascista’ lo fa a mò di attacco ed a me quando mi contesi non per quello che dico, ma per come mi chiamo, io divento matta. Allora è successo quello”, ha dichiarato l’ex Parlamentare.

Poi ha ammesso che lei è Luxuria hanno sbagliato a pronunciare quelle frasi, ritenendolo sbagliate e fuori luogo. Arriverà la replica da parte di Vladimir? Non rimane che attendere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!