Gabriel Garko ed Eva Grimaldi, la bugia di Tarallo che li ha divisi per lungo tempo

Garko
Garko omosessuale? Parla Eva Grimaldi

Eva Grimaldi e la finta storia d’amore con Gabriel Garko

Eva Grimaldi ha aperto il suo cuore a Silvia Toffanin nel corso della sua intervista a Verissimo. L’attrice veronese, oltre rendere note le assurde clausole dei suoi contratti, parlando anche del cosiddetto l’AresGate, la donna ha menzionato anche Gabriel Garko. La moglie della nota attivista Imma Battaglia ha confessato di aver sempre saputo che l’amico fosse gay.

Inoltre ha aggiunto che nonostante la loro relazione sentimentale fosse costruita a tavolino, tutti e due avevano i loro flirt. La professionista veneta ha parlato anche di una grossa bugia che l’ha divisa dall’ex modello torinese. Andiamo a vedere nello specifico cosa ha ha dichiarato la donna.

La differenza tra la loro storia e quella tra Adua e Massimiliano

Intervistata da Silvia Toffanin a Verissimo, Eva Grimaldi ha aperto il suo cuore dicendo che con Massimiliano Morra e Adua Del Vesco hanno voluto ricreare la coppia Grimaldi/Garko. Ma l’attrice veronese ha sottolineato che tra loro c’è una una grande differenza, ovvero che lei è il piemontese vivevano insieme, mangiavano insieme, loro no.

Io ritengo di essere stata davvero la sua fidanzata. Per Gabriel Garko sono presente sempre, giorno e notte. Quando io e Imma ci siamo unite, dovevo invitare sia Tarallo sia Garko. Però volevo dirlo in faccia a Tarallo della mia scelta. Non è stato possibile e ho scelto di stare vicino a Gabriel perché è più debole, più fragile“, ha dichiarato la professionista.

Il motivo dell’allontanamento tra Gabriel ed Eva

Poi Eva Grimaldi ha confessato che lei è Gabriel Garko si sono allontanati quando si è sposata. “Io chiedevo ad Alberto ‘perché non mi chiama mai Gabriel Garko?’ Lui mi diceva ‘perché tuo marito è geloso’. Non era vero nulla, ma ci siamo riavvicinati grazie a Imma”. I due sono tornati a frequentarsi quando anche lui ha lasciato l’Ares Film.

L’attrice si allontanò dall’agenzia nel 2010 perché Alberto Tarallo le disse che non poteva frequentare la Battaglia. “Alberto mi disse che sarebbe stato il caso che non frequentassi più Imma perché mi avrebbero dato della lesbica e che avrei avuto difficoltà a trovare dei ruoli. Quindi gli dissi ‘se ho amiche lesbiche non posso più lavorare?’ Lui mi rispose ‘Lascia stare Eva’”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!