computer

Il DDNS (Dynamic Dns) è un sistema che ci consente di avere un nome associato al nostro indirizzo IP pubblico, anche qualora questo dovesse cambiare ogni volta che stacchiamo e riattacchiamo il router. L’utilità è quella di poter accedere da fuori casa ai servizi server del nostro computer senza doverci ricordare l’ip pubblico; questo diventa ancora più comodo quando non siamo dotati di indirizzo ip pubblico statico e dovremmo ogni volta chiamare qualcuno a casa o in ufficio per farci comunicare l’indirizzo ip pubblico attuale. Fino a poco tempo fa era presente un ottimo servizio gratuito chiamato Dyndns.org, diventato però a pagamento di recente. Fortunatamente esistono altri servizi gratuiti, come www.no-ip.com.

L’unico accorgimento, prima di procedere alla registrazione del sito, è quello di controllare all’interno del nostro router che tale sito sia supportato come servizio di dns dinamico, altrimenti non potremo usufruirne. Quindi accediamo al nostro router e cerchiamo la voce DDNS o DYNAMIC DNS. Troveremo dei campi relativi al nome del dominio, user, password e service provider. In quest’ultimo campo dovremo selezionare il servizio di dns dinamico ed è proprio a questo punto che dobbiamo sperare di trovare la voce no-ip.com. Altrimenti dovremo rinunciare a tale funzionalità; in alternativa dovremo pagare Dyndns o acquistare un altro router che supporti no-ip.

Come utilizzare il DDNS gratuito?

Se l’esito del controllo è stato positivo, possiamo andare sul sito www.no-ip.com e procedere con la registrazione. Quindi clicchiamo sul pulsante verde Sign up e inseriamo i dati ultimando la registrazione con Free sign up. I primi due campi relativi al nome utente e alla password dovranno essere ricopiati in quelli del router alla voce DDNS. Il campo più importante della registrazione è quello del dominio, dove no-ip ci chiederà di sceglierne uno che diventerà il nostro nome definitivo; di default termina con .ddns.net.

Scegliamo quindi con attenzione il nome del dominio e ultimiamo la registrazione. Nel campo DDNS del nostro router dovremo quindi inserire tale dominio alla voce Domain Name e avremo completato il procedimento. Assicuriamoci di spuntare conferme aggiuntive nel nostro router alla scheda DDNS, come “Enable Ddns“. Probabilmente, alla voce DDNS del router, avrete anche una conferma di avvenuta connessione che vi garantirà il funzionamento del servizio. Possiamo quindi procedere con l’apertura delle porte dei servizi desiderati nel nostro router. Ad esempio la porta 80 per un server web o la porta 3389 per il servizio di connessione remota RDP.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!