Luciana Littizzetto, gaffe sulla morte di Stefano D’Orazio: sbaglia componente dei Pooh (FOTO)

La morte inaspettata di Dodi Battaglia

Come tutti ben sanno, purtroppo venerdì sera inaspettatamente è vento a mancare Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh. A quanto pare il musicista si trovava ricoverato in ospedale da una settimana in seguito a delle complicazioni causate dal Coronavirus. C’è da dire, però, che l’uomo già soffriva precedentemente da una patologia del sistema immunitario con cui combatteva da diverso tempo.

Una morte che ha scosso il mondo della musica, dello spettacolo e sconvolto tutto il popolo italiano. Ovviamente in tanti lo hanno ricordato sui vari social network e fra questi anche Luciana Littizzetto. La nota comica torinese, infatti, ha condiviso sul suo account Instagram uno scatto di un campo di margherite con la seguente dedica: “Per te Stefano”. Fin qui nulla di strano se non fosse che inizialmente ha fatto una grossa gaffe. Di cosa si tratta?

La gaffe di Luciana Littizzetto

Ebbene sì, inizialmente la dedica di Luciana Littizzetto è stata destinata ad un altro componente dei Pooh, ovvero Dodi Battaglia, che è vivo e vegeto. C’è da sottolineare che la protagonista di Che Tempo Che Fa si è accorta immediatamente dello sbaglio, infatti ha fatto la correzione quasi subito.

Ma i follower più attenti si sono accorti della clamorosa gaffe della comica piemontese ed anche fra i commenti glielo ha fatto notare. In tanti, infatti, sotto il post in questione ha scritto più volte: “correzione”, oppure “l’ha cancellato in fretta e furia”.(Continua dopo le foto)

Le commoventi parole di Dodi Battaglia

È a proposito di Dodi Battaglia, altro storico componente dei Pooh all’Ansa ha raccontato questo su Stefano D’Orazio: “Era il fratello che io, figlio unico, non avevo quando perdi una persona così cara soffri da morire, ma non ti rendi conto subito di quello che è successo”.

Un dolore straziante accentuato dal fatto che il collega è caro antico fraterno è deceduto da solo in ospedale a causa del Coronavirus: “Non stava bene, ma non mi sembrava niente di così allarmante. Si era infettato con questo virus, ma come tante altre persone. Fino a tre ore fa aspettavo un messaggio di aggiornamento e invece mi è arrivata questa mazzata che mi ha spezzato le gambe. È devastante immaginarlo morire in solitudine”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!