Selvaggia Lucarelli al veleno su Barbara D’Urso: “Non è trash, ma oscena…”

Selvaggia Lucarelli torna a criticare Barbara D’Urso

Angela da Mondello, diventata popolare grazie al detto “Non ce ne coviddi” è finita al centro delle polemiche a causa di un videoclip realizzato in spiaggia senza utilizzare mascherine e distanziamento. La palermitana ha scalato il successo, se di successo si può parlare, grazie alle sue ospitare da Barbara D’Urso, prima a Pomeriggio Cinque e successivamente anche a Live. E proprio a tal proposito Selvaggia Lucarelli ha voluto dire la sua attraverso i suoi canali social.

La nota blogger non ha fatto mistero di credere che quella di Carmelita non sia una televisione trash, ma solo oscenità. Su tale faccenda, infatti, la giudice di Ballando con le Stelle, ha le idee abbastanza chiare: “Questa roba non è trash, è oscena…E va ringraziata ancora una volta ‘Babbara’, che ha trasformato un’ignorante pure negazionista in un fenomeno di colore. Pericoloso….”.

La blogger contro Angela da Mondello

Ma l’affondo di Selvaggia Lucarelli su Barbara D’Urso non è finito qui. Infatti, la giornalista ha scritto un articolo sul fenomeno Angela Chianello (da Mondello). Attraverso le sue parole la blogger ha voluto lanciare un’altra frecciatina velenosa nei confronti della conduttrice napoletana che in questi giorni piange la morte del suo amico Stefano D’Orazio.

Grazie a ‘Babbara’ e alla popolarità che le ha regalato, Angela oltre a vendere ‘suvenier’, ieri ha potuto girare un bel video musicale…”. Un filmato aspramente criticato dal popolo del web e dalla stesa blogger perchè i protagonisti non indossavano le mascherine protettive e il distanziamento sociale. “Balla con decine di persone, urla ‘Libertà’, tutti appiccicati, tutti senza mascherina…”. Per tale ragione la giurata di Ballando con le Stelle ha consigliato agli utenti di boicottare il video musicale in questione.

L’affondo di Selvaggia sulla D’Urso

Più volte Barbara D’Urso ha chiesto ad Angela da Mondello di dire espressamente che il Covid-19 esiste. Una richiesta che, stando a Selvaggia Lucarelli sarebbe finalizzata solo ad uscire dall’imbarazzo nel portare nelle sue trasmissioni televisive una negazionista.

“Il piccolo imbarazzo dell’aver dato spazio, luce, popolarità a uno di quei personaggi che negano l’esistenza del Covid per ignoranza, si risolve così…”, ha tuonato la giornalista. Quest’ultima, inoltre, è più che certa che delle iniziative del genere facciano solo danni, soprattutto per la cultura del nostro Paese: “Il disastro culturale conseguenza di queste operazioni lo paghiamo noi. Grazie, ‘Babbara’…”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!