Le caratteristiche dell’analisi SEO di un sito web

È davvero essenziale fare un’analisi SEO di un sito internet. Anche le aziende si stanno rendendo conto dell’importanza di questa attività. Infatti quasi tutte le aziende oggi puntano non soltanto sulle possibilità offerte dalle loro attività offline, ma anche sulle opportunità che il web può offrire per il loro business.

Avere un sito web aziendale può essere fondamentale per raggiungere un numero sempre più elevato di clienti interessati a determinati prodotti o a degli specifici servizi. Ma perché un sito web possa funzionare bene da questo punto di vista deve essere strutturato e aggiornato secondo quei principi essenziali delle regole della SEO che possano garantire un buon posizionamento fra i risultati di ricerca di Google. Scopriamo di più su quella che viene definita l’attività di audit SEO.

Che cos’è l’audit SEO

L’audit SEO non è altro che l’analisi SEO di un sito web. Se hai bisogno di un’operazione di questo genere, devi sicuramente rivolgerti a dei professionisti del settore, come Neting agenzia SEO. L’analisi SEO viene resa nella forma di un documento in PDF che contiene una valutazione di tutti gli aspetti che riguardano la qualità di un sito, più precisamente una valutazione di tutti quei fattori che hanno un collegamento diretto, ma anche indiretto, nell’influire sul posizionamento delle pagine web.

Il documento relativo all’analisi SEO di uno spazio web è molto importante perché può mettere anche in evidenza un check dall’esito negativo. Ma non si tratta soltanto di evidenziare gli aspetti che funzionano e quelli che non vanno, perché il processo finale dell’analisi SEO consiste anche nel fornire una soluzione concreta, per cercare di risolvere i problemi.

L’analisi SEO comprende una parte discorsiva, che possiamo definire testuale, e un’altra parte statistica. Di solito quest’ultima viene resa sotto forma di un file excel che contiene dati dettagliati.

Perché è importante fare un’analisi SEO

Alcuni sbagliano considerando che l’analisi SEO dovrebbe essere fatta soltanto nel momento in cui si presentino delle problematiche evidenti, che segnalano la presenza di qualcosa che non va.

È logico che tutti prenderebbero dei provvedimenti, se il sito inizia a perdere traffico organico. In realtà però non è soltanto questa l’occasione essenziale per fare l’audit SEO di un sito web.

L’analisi SEO dovrebbe essere effettuata anche con un fine preventivo e, se un sito è destinato a sviluppare grosse quantità di traffico, andrebbe effettuata a livello periodico.

Soprattutto se aggiungi molti contenuti nel corso del tempo, come per esempio nel caso di un magazine o di un e-commerce, è fondamentale effettuare delle continue valutazioni per esaminare alcuni punti in particolare.

Ci possono essere per esempio degli articoli che ormai sono obsoleti e che non rispondono in maniera adeguata al search intent degli utenti e quindi l’analisi SEO evidenzia come sarebbe necessario provvedere ad un aggiornamento dei contenuti.

Oppure per esempio in un e-commerce ci possono essere dei prodotti che non sono più in vendita e quindi le relative pagine web dovrebbero essere rimosse dall’indice.

Le caratteristiche di un’analisi SEO

Sono molti gli aspetti che sono valutati nell’ambito di un’analisi di carattere SEO. Innanzitutto si considera il lato tecnico, in modo da valutare il livello di indicizzazione del sito, il traffico e l’interpretazione dell’andamento del traffico stesso.

Si fa anche un’opportuna keyword search e l’analisi dell’architettura dell’informazione. Si considerano per esempio fenomeni di cannibalizzazione delle keyword e si fa un’analisi della sitemap.

Poi c’è quella parte dell’analisi SEO che potremmo definire strategica e che si compone anche della cosiddetta analisi di scenario. Si tratta di focalizzare l’attenzione sul mercato, sui competitor e sui livelli di traffico, evidenziando delle strategie operative. Rientrano in questo campo per esempio anche l’analisi dei link e la quality review.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!