Uomini e Donne, jingle sostituito, Agostino Penna smentisce la versione del programma: “È un po’ strano”

Uomini e Donne jingle
Agostino Penna

In questi giorni, i fan di Uomini e Donne hanno notato che il famoso jingle, utilizzato all’ingresso dei vari protagonisti del talk show, è stato sostituito. Inizialmente si pensava si fosse trattato di un errore, ma con il passare dei giorni è emersa un’altra verità.

Amedeo Venza ha dichiarato che dietro questa scelta ci sarebbero motivi contrattuali. Nel dettaglio, pare che il programma sia in attesa di rinnovare il contratto con Agostino Penna, il quale è stato l’ideatore di tale sigla. Il cantante, però, ha dato una versione dei fatti completamente diversa.

Agostino Penna sul jingle di Uomini e Donne

Dietro la sostituzione del famoso jingle di Uomini e Donne è nato un polverone. Un po’ di ore fa era trapelata la notizia secondo cui pare di tratti di una questione puramente burocratica dovuta alla scadenza del contratto con l’ideatore della sigla. Nel giro di poco tempo, dunque, la situazione dovrebbe risolversi e dovrebbe tornare la classica musichetta distintiva del programma di Maria De Filippi. Agostino Penna, però, durante un’intervista, ha raccontato che le cose non stiano esattamente in questo modo.

Il cantante, infatti, ha ammesso di non sapere assolutamente nulla in merito ai motivi celati dietro la sostituzione della sua sigla, anzi. Il protagonista ha spiegato di essere rimasto anche molto male nel momento in cui ha scoperto che il programma avesse cominciato ad adoperare un altro motivetto. Agostino, dunque, ci ha tenuto a ribadire che sarebbe felice di capire cosa si celi dietro questa decisione.

Silenzio dal programma e la reazione del web

Inoltre, l’ideatore del jingle di Uomini e Donne ha anche detto che non pretende affatto che la trasmissione adoperi solo quella canzone. Tuttavia, considerando che si tratta di un motivo distintivo del programma, gradirebbe che sia fornita almeno una spiegazione in merito alle ragioni celate dietro. Nel frattempo, però, la redazione del programma si è trincerata dietro un rigoroso silenzio. Nessuno, infatti, ha commentato la questione lasciando i telespettatori con il fiato sospeso.

La maggior parte dei telespettatori non gradisce affatto la scelta di sostituire la musica. In molti, infatti, ritengono questo cambiamento assolutamente inopportuno. Altri, invece, hanno detto che, considerando che il 2020 sia un anno molto particolare per molti punti di vista, è giusto che anche la sigla storica del programma subisca dei cambiamenti. Non ci resta che attendere per capire come si evolverà la vicenda.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!